24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Lo sviluppo morale

Ecco la spiegazioni di Teresa Benedetti, la nostra psicolog di fiducia, circa i processi di sviluppo morale dei bambini.Il risultato del processo di socializzazione ? un individuo che ? in grado di operare una distinzione tra ci?

Ecco la spiegazioni di Teresa Benedetti, la nostra psicolog di fiducia, circa i processi di sviluppo morale dei bambini.Il risultato del processo di socializzazione è un individuo che è in grado di operare una distinzione tra ciò che è giusto da ciò che è sbagliato e quindi di agire di conseguenza.
A questo punto l’individuo possiede un senso morale che gli permetterà di mettere in atto un comportamento che sia in grado di sostenere l’ordine sociale. L’acquisizione della morale rappresenta un segno che il bambino ha imparato che le azioni come ingannare, rubare e mentire sono sbagliate.
Il suo comportamento sarà guidato da una voce interna e non più dall’autorità dei genitori. Il bambino costruisce la sua moralità attraverso l’esperienza sociale, la quale è modellata dalla comprensione, a livello cognitivo, di cosa è in grado di fare in un particolare momento dello sviluppo.
Questa esperienza è in parte determinata da ciò che gli altri gli dicono e fanno. La moralità è inoltre trasmessa da una generazione all’altra e la comprensione e la percezione che i bambini possiedono rispetto a ciò che è giusto o sbagliato dipende dai modelli di apprendimento promossi dagli adulti di riferimento. Nei primi quattro anni di vita i bambini vivono in un periodo “premorale” cioè hanno poca coscienza di cosa sia una regola e a cosa serva, e le idee su ciò che è giusto e sbagliato sono ancora arbitrarie. Dopo i 5 anni le idee dei bambini diventano invece più sistematiche entrano in un periodo del “realismo morale” i giudizi cioè vengono basati sul danno reale o oggettivo che è stato compiuto.
Le regole vengono percepite come assolute sono inalienabili. Intorno ai 10 anni i bambini acquisiscono una morale soggettiva cominciano a comprendere che che le regole sono degli accordi arbitrari che possono essere sfidati o anche cambiati di comune accordo. Teresa Benedetti teresabenedetti@yahoo.it PER CONTATTARE I NOSTRI ESPERTI SCRIVI A espertorisponde@chedonna.it

Articoli Correlati