24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Diario di una mamma: Una triste notizia...

Cucciolo della mamma, scommetto che hai sentito una voce nuova negli ultimi giorni vero? E s?, ? arrivata la nonna e star? per una po' di tempo con noi. Ho finito l'ottavo mese di gravidanza. Quante?emozioni! Sto preparando la

Cucciolo della mamma, scommetto che hai sentito una voce nuova negli ultimi giorni vero? E sì, è arrivata la nonna e starà per una po' di tempo con noi.
Ho finito l'ottavo mese di gravidanza.
Quante emozioni! Sto preparando la valigia da portarmi in ospedale, il tuo corredino e per non dimenticare niente, ho scritto una lista lunghissima, ma ho sempre la sensazione di dimenticare qualcosa.
Non è che ho vuoti di memoria, ma faccio fatica a ricordare le cose. Emozioni in tutti i sensi! Oggi, però, sono tanto triste.
Mentre leggevo i posto su Facebook, ho letto una notizia davvero triste e un nome.
Dapprima non ho realizzato, ma poi ho capito.
Era proprio lui, quel ragazzo che abitava accanto a me, con cui scambiavo qualche parola.
Un vicino tranquillo, simpatico e soprattutto tanto giovane.
Non c'è più.
E' volato via, così all'improvviso e in un modo veramente orribile. Faccio anche fatica a scriverti, perché non mi abbandona il senso di smarrimento che mi accompagna da quando l'ho letto.
Emozioni forti, emozioni non desiderate queste.
Sì, ho pianto tanto e nonna mi ha detto di stare calma, perché già sono agitata di mio e certe notizie proprio non fanno bene al cuore amore, notizie che lasciano l'amaro in bocca. Tu mi senti vero? Io voglio chiederti scusa, piccolo, scusa perché la tua mamma piange tanto, piange anche per un niente.
Non sto qui a descriverti i dolorini vari che ormai si stanno facendo pesanti, perché il pancione è davvero enorme e per il mio fisico, non sono proprio abituata a questo peso.
No, no, tu non sei un peso, ma la mia schiena urla letteralmente.
Piuttosto, sono le mie emozioni che sembrano una montagna russa, salgono, scendono a picco, poi risalgono. Ne ho parlato con la nonna e mi ha detto che è tutto normale e che tutto passerà una volta che ti ho tra le braccia.
Io spero che sia davvero così e sono stata bacchettata, devo stare tranquilla e pensare positivo, ma il pensiero della responsabilità che mi aspetta, le paure che mi assillano, mi stanno veramente mettendo a dura prova. Poi, invece, ti sento dentro e tutto si dissolve come polvere al vento.
Ti amo cucciolo... Nel prossimo episodio: Sono queste le contrazioni?

Articoli Correlati