20 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Robin Williams, quella volta che esaudì l’ultimo desiderio di una bambina malata

  • Robin Williams, quella volta che esaudì l’ultimo desiderio di una bambina malata
Storie, pettegolezzi, ricordi e malignit? sono i veri tormentoni che seguono solitamente la scomparsa di un personaggio famoso. Aneddoti pi? o meno rispettosi popolano le pagine del web e quelle cartacee e diventano in un batter

Storie, pettegolezzi, ricordi e malignità sono i veri tormentoni che seguono solitamente la scomparsa di un personaggio famoso.
Aneddoti più o meno rispettosi popolano le pagine del web e quelle cartacee e diventano in un batter d’occhio le news più ricercate. CheDonna.it oggi vuole in un certo senso unirsi a questa tradizione riportando però una storia davvero speciale, qualche cosa che, speriamo, possa portare un sorriso di speranza nella vostra giornata oltre ad un ricordo positivo di un grande attore recentemente scomparso, Robin Williams. E’ infatti emersa di recente una storia che vede come protagonista la star scomparsa e una sua giovane fan, una bambina malata terminale che espresse come ultimo desiderio quello di incontrare il suo idolo. Robin Williams e la beneficenza: andò a trovare una piccola fan malata I fatti risalgono al 2004 quando Jessica Cole, una bambina con un tumore al cervello, attraverso la Make-A-Wish Foundation, espresse il desiderio di poter passare un pomeriggio con il suo attore preferito, Robin Williams, di cui si era innamorata grazie al film Mrs Doubtfire. L’idea iniziale era che Jessica volasse in Califoria dal suo idolo ma il peggioramento della malattia rese impossibile il viaggio e così fu Robin a prendere l’aereo e andar sin North Carolina.
I due trascorsero un semplice pomeriggio di risate, tra una partita a carte e il football in tv e, come ricorda il padre della bambina: “è stato divertentissimo passare del tempo con lui.
[...] Si è comportato proprio come nei suoi film”. Jessica purtroppo se ne andò circa due mesi dopo e proprio per questo il gesto di Robin appare a posteriori ancor più prezioso: un sorriso regalato all’ultimo istante è qualche cosa che va ben oltre la semplice beneficenza, è il simbolo di un uomo speciale.

Articoli Correlati