23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Selfie, se esageri ti cancello: il video paradia della moda del momento

Un autoscatto di troppo e rischiate di venir cancellati. Questo in breve?il messaggio del video dedicato a tutti i selfie-addicted, persone perennemente?armate di cellulare e pronte a pose pi? o meno stereotipate da condividere

Un autoscatto di troppo e rischiate di venir cancellati.
Questo in breve il messaggio del video dedicato a tutti i selfie-addicted, persone perennemente armate di cellulare e pronte a pose più o meno stereotipate da condividere poi sui vari social network.
Tutti ne siamo circondati, o forse incarniamo noi stessi questo buffo personaggio, in entrambi i casi sarà bene riflettere sui rischi che il selfie selvaggio può comportare. CheDonna.it vi propone allora un video ad alto tasso di umorismo ma, come spesso accade, portatore al tempo stesso di una grande verità: il selfie continuo rischia di isolarci dal mondo che ci circonda. Save yourselfie: cosa può accadere quando si esagera con l’autoscatto Alessio Fava e Pasquale Frezza sono gli sceneggiatori di questa “campagna sociale per selfie-addiced”, come loro stessi la definiscono.
In un’intervista a Wired.it i due spiegano infatti come il problema non sia il selfie di per sé ma “la quantità di selfie”: autoscatti a dir poco compulsavi sembrano invadere sempre più il nostro universo reale e anche quello virtuale, tanto da farci ritrovare a parlare da soli mentre il nostro amico si immortala in qualche buffa posa oppure con la bacheca di Facebook invasa da labbra pompate in pose, non si Sto arrivando! per quale motivo, ritenute sexy. Un triste scenario a ben vedere ma che viene esposto in modo umoristico nel filmato della campagna #saveyourselfie che vi proponiamo qua sotto: in una sorta di pseudo riunione per alcolisti anonimi si ritrovano ragazzi e ragazze oramai divenuti come fantasmi a causa dello loro mania per i selfie. Per la serie ridiamoci su ma, momento ilare passato, riflettiamo anche su quanto certe abitudini rischiano di trasformarci in esseri asociali, fantasmi per l’appunto.

Articoli Correlati