20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Totti campione di beneficenza: selfie con la bambina a cui ha pagato le cure

  • 31|
Sulle sue prestazioni calcistiche il dibattito ? sempre aperto ma sulla sua vocazione di benefattore c?? davvero poco spazio per la controversia. Francesco Totti in quanto a beneficenza ha molto da insegnare: note sono le sue

Sulle sue prestazioni calcistiche il dibattito è sempre aperto ma sulla sua vocazione di benefattore c’è davvero poco spazio per la controversia.
Francesco Totti in quanto a beneficenza ha molto da insegnare: note sono le sue iniziative per l’Unicef o anche attività svolte privatamente e oggi scopriamo solo l’ultimo tassello di questo percorso con l'ennesimo progetto a cui il capitano della Roma ha voluto dare il suo contributo. CheDonna.it vi racconta infatti la storia nascosta dietro questo selfie che ha subito fatto il giro del mondo.
Protagonisti sono Francesco Totti e Chanel, non la figlia ma una bambina che il numero 10 ha voluto aiutare. Selfie Totti e Chanel, la bimba con una fibrosi aggressiva che il capitano della Roma aiuta a curare «Incontrare uno dei nostri sostenitori in aereo… Ed essere riconosciuti…».
Con questa frase la mamma della bambina ha postato sul suo profilo Facebook la foto della piccola Chanel in compagnia di Francesco Totti.
I due si sono incontrati in aeroporto, entrambi a Boston anche se per diverse ragioni: il calciatore inizia infatti con la sua Roma la tournée estiva in America e Chanel va invece a sottoporsi alle costose cure che le permettono di convivere con un’aggressiva forma di fibrosi. I due però si conoscono già da un po’, da quando lo scorso settembre, in occasione di Parma-Roma, Totti era venuto a sapere della malattia della bambina e delle difficoltà dei suoi genitori nel sostenere i costi delle cure assai dispendiose.
Inutile dire che Francesco non ci ha pensato due volte: subito ha manifestato la sua volontà di contribuire alle spese mediche della piccola e così è stato. Quasi un anno dopo eccoli di nuovo insieme, lontani da casa ma sorridenti: pare sia stato proprio il calciatore a riconoscere la bambina e chiedere così di scattare un selfie per commemorare l’evento.
Un raro gesto divenuto poi pubblico voluto da chi, per simili cose, non ha mai amato la pubblicità.
Che sia questo il segreto dei veri campioni?

Articoli Correlati