22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LIBRI: 'Ti scriverò dai confini del cielo'

8 giugno 1924. Sull?Himalaya, due uomini tentano la scalata della vetta pi? alta del mondo, l?ultima ancora da conquistare. A Cambridge, una donna comincia una giornata uguale a tante altre: il mercato, la cura dei figli e

8 giugno 1924.
Sull’Himalaya, due uomini tentano la scalata della vetta più alta del mondo, l’ultima ancora da conquistare.
A Cambridge, una donna comincia una giornata uguale a tante altre: il mercato, la cura dei figli e della casa, le visite degli amici.
E l’attesa febbrile di una lettera del marito, di cui non ha notizie da troppo tempo.
Quando è partito, George Mallory ha promesso alla moglie Ruth che non avrebbe mai smesso di scriverle.
Le ha promesso che, arrivato in cima all’Everest, vi avrebbe posato una sua foto.
E che, dopo, sarebbe tornato da lei, per non partire mai più.
Per mesi Ruth si è aggrappata a quelle parole, che su fogli leggeri hanno attraversato oceani e continenti.
Le ha cullate come uno scampolo di intimità, le ha custodite come un segreto, una parte di George soltanto sua.
Quell’8 giugno, Ruth non sa ancora che il destino si è già compiuto, e che al termine di quelle ventiquattro ore ne riceverà infine notizia.
Il nome di George Mallory sta per passare alla Storia, ma sarà lei a portare nel cuore ciò che appartiene solo a loro due.
Ti scriverò dai confini del cielo è una grande storia d’amore tra un uomo e una montagna, la storia di una folle sfida dal prezzo troppo alto.
Ma è anche il resoconto straordinariamente autentico e commovente di un altro amore: quello tra George e Ruth, spezzato da qualcosa di troppo grande per entrambi. L'AUTRICE Nata in Belgio, è cresciuta alle Bermuda e a Kingston, in Ontario.
Ora vive a Toronto.
Già molto apprezzata come poetessa, ha ottenuto grande successo di pubblico e critica con il suo romanzo d’esordio, Ti scriverò dai confini del cielo, che ha impiegato sei anni a scrivere.
Tanis Rideout ha scoperto la storia di George Mallory ai tempi dell’università, quando lavorava in un negozio di articoli sportivi per pagarsi gli studi.
Un giorno, sugli schermi che trasmettevano documentari di avventura, ha visto scorrere le immagini d’epoca girate durante la scalata del 1924, ed è stata una folgorazione.

Articoli Correlati