14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: Marco Giusti presenta 'La montagna dei polpettini'

  • EVENTI: Marco Giusti presenta 'La montagna dei polpettini'
?Correte, scarpette, correte?. Le mie scarpette nuove sono di tela bianca con i lacci. Corrono benissimo e vanno velocissime. Mamma me le ha comprate nel negozio Varese sul Corso di Grosseto. Indosso una maglietta a maniche corte

«Correte, scarpette, correte».
Le mie scarpette nuove sono di tela bianca con i lacci.
Corrono benissimo e vanno velocissime.
Mamma me le ha comprate nel negozio Varese sul Corso di Grosseto.
Indosso una maglietta a maniche corte e righine bianche e azzurre.
L’azzurro mi sta bene, mi ha detto la mamma, è il colore dei miei occhi.
Anche Dumbo l’elefantino con le orecchie troppo grandi diviso dalla sua mamma ha gli occhi azzurri.
I pantaloncini sono corti.
Sono ancora pieni di sabbia perché ieri mattina sono stato al mare con mamma e mia sorella Carlotta, che si chiama come mia nonna.
È più grande di me di due anni.
Prima di addormentarci, cioè prima di ‘andare al Cinema Bianchini’ come dice mamma, visto che abbiamo i lettini vicini, mia sorella Carlotta mi racconta sempre tante storie. Giugno 1962.
Un ‘cittino’ ha finito la terza elementare e va a trascorrere una settimana a casa della nonna in un paese della Toscana.
Sono anni densi di fermenti, l’Italia del dopoguerra è in piena crescita.
Lì invece il tempo sembra essersi fermato e tutto procede con la solita lentezza. Il bambino però non si annoia: ci sono i racconti dei personaggi del paese da ascoltare, i nuovi caroselli televisivi da seguire, i fumetti appena usciti da leggere, e poi c’è il coltissimo Ughetto degli Ugurgeri, l’eroe di questa storia, Fred e Zaba, gli asini parlanti —esperti nelle imitazioni delle star del cinema —invitati tutte le notti alle feste nella Casa delle Fate.
Lì bisognerà escogitare il modo di difendersi dai terribili, crudeli Polpettini, sempre pronti a distruggere le vite di tutti, all’Incrocio del Diavolo… «Tutto quello che state per leggere è vero.
Cioè.
Più o meno vero.
È vera Seggiano.
Magari era il 1961… E mia nonna era proprio così.
E anche io ero proprio così.
E ho fatto controllare tutto da mio babbo, Fernando, che a 98 anni ricorda ancora bene tutti gli abitanti, uno per uno.
Sono vere anche le storie fantastiche che si raccontavano allora.
E mi mettevano paura.
Sono veri i terribili Polpettini, che mio fratello Domi giura si chiamassero Spolpettini.
E si diceva davvero che ogni notte buttassero giù la Casa delle Fate e che le Fate la ricostruissero il giorno dopo. Di notte, sotto i lampioni delle Mura, pieni di pipistrelli, avevo una terribile paura dei Polpettini.
O degli Spolpettini.
E correvo come un pazzo per non farmi prendere da nessuno, né da loro, né dai pipistrelli».
MARCO GIUSTI MARCO GIUSTI è autore televisivo, regista e studioso di cinema e pubblicità.
Fa tante cose, anche troppe, e ama stare il più delle volte dietro le quinte.
Ha ideato Blob, Blobcartoon, Orgoglio coatto, Cocktail d’amore, Matinée.
Ha dedicato a Carosello una mostra, curato rassegne per il Festival di Venezia e ha scritto saggi su Benigni, Troisi, Verdone e Totò.
Questo è il suo primo romanzo.

Articoli Correlati