22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Orecchie: mai più come Dumbo!!!

L'intervento non deve fare paura.... neanche per i nostri bimbi! Quante di noi convivono da sempre con questo difetto? Le orecchie a sventola ? un "punto debole" che ci portiamo dietro da quando eravamo piccole e non

L'intervento non deve fare paura....
neanche per i nostri bimbi! Quante di noi convivono da sempre con questo difetto? Le orecchie a sventola è un "punto debole" che ci portiamo dietro da quando eravamo piccole e non riusciremo mai a conviverci...
E' vero che se diamo un'occhiata nel vasto mondo dei vip, troviamo molti personaggi che finora non avevamo mai notato ma che hanno delle orecchie non proprio attaccate alla testa...Will smith, Jennifer Garner, il presidente degli Usa: Obama, la nostrana Paola Perego, e molti altri ancora...
Anche Clark Gable aveva le orecchie a sventola, ma questo non condizionava in alcun modo il suo fascino....
Ma è anche vero che non per tutti è così. A volte le orecchie molto sporgenti possono modificare i tratti somatici di una persona.
E allora il ricorrere ad intervento chirurgico è davvero indispensabile. Mettere cuffie, cerotti e ogni altro tipo di "rimedio della nonna" non serve a nulla, o quasi.
L'unica soluzione definitiva è solamente l'intervento Otoplastica).
Si svolge in day hospital, con anestesia locale.
Il chirurgo interviene dietro il padiglione auricolare: incide, piega la cartilagine e la fissa con alcuni punti di sutura.
Il tutto dura all'incirca 50 minuti.
Non è doloroso e il post-operazione non è fastidioso.
In dieci giorni si tolgono i punti e dopo un mese, anche meno, non c'è più nulla...
La cicatrice non si vede perchè è nascosta dietro l'orecchio. Mamme, ascoltate bene, se anche i vostri bimbi hanno questo problema è importante sapere che l'intervento può essere effettuato già dai cinque agli otto anni ed è completamente gratuito perchè viene riconosciuta come malformazione congenita.
Fino ai 14 anni è gratuito, le operazioni sono effettuate tutte a carico del servizio pubblico, poi si pagano! Quindi basta paranoie inutili...
LA soluzione c'è ed è a portata di mano!

Articoli Correlati