22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Le malattie? Oggi le fiuta Fido

Riuscire a scovare tumori e gravi malattie in fase iniziale attraverso il fiuto di cani addestrati, una nuova strada della medicina Il cane ? sicuramente il migliore amico dell'uomo e nel ?caso di questa scoperta straordinaria

Riuscire a scovare tumori e gravi malattie in fase iniziale attraverso il fiuto di cani addestrati, una nuova strada della medicina Il cane è sicuramente il migliore amico dell'uomo e nel caso di questa scoperta straordinaria lo è ancor di più.
La possibilità di utilizzare il fiuto dei cani per individuare la presenza di gravi patologie all'interno del corpo umano è una realtà che presto dovrebbe essere sperimentata anche in Italia. Il progetto è portato avanti dall'associazione Mddi Onlus ( Medical Detection Dogs Italia onlus) un associazione che sostiene la ricerca scientifica medica e l'addestramento di cani "Biodetective".
In tutto il mondo la ricerca ha confermato che i cani sarebbero in grado di identificare attraverso il loro fiuto alcune gravi malattie come il diabete, il morbo di Addison, e molte tipologie di tumori.
Il progetto della Mddi Onlus sembrerebbe essere nato da una collaborazione tra studiosi italiani e ricercatori inglesi che utilizzano già da tempo i cani per diagnosticare delle patologie.
Alla luce di queste ricerche un addestratore italiano, Marco Sinovich, sta seguendo una formazione specifica in Inghilterra, per poter poi scegliere il cane che sarà impiegato per la sperimentazione tra quelli già selezionati.
Il progetto dei cani Biodetective italiani e le sue prospettive, è stato illustrato durante il convegno "Medical Detection Dogs, il fiuto del cane al servizio della medicina, una speranza per il futuro", che si è tenuto a Milano. L'attendibilità con cui i nostri amici a quattro zampe riuscirebbero a diagnosticare la presenza di una malattia sarebbe intorno al 98%, un traguardo davvero ineguagliabile se pensiamo che la patologia è individuata in modo non invasivo e anche economico.
Ma come si capisce se il cane ha trovato la presenza di un tumore o altra malattia? Il vice presidente della Mddi Aldo La Spina afferma: " Quando identifica un campione positivo, quindi infetto, si sdraia oppure si mette seduto, anche nel caso in cui la malattia si trova in una fase ancora embrionale.
Se, invece, rimane in piedi fissando insistentemente il conduttore vuol dire che il campione è negativo, dunque, nessun pericolo".
I cani predisposti per questa attività debbono essere sottoposti ad un intenso addestramento e molti esercizi per riuscire ad essere dei Biodetective Dogs.
I nostri pelosoni ci amano in modo sconfinato, ci sono sempre accanto, ci curano attraverso la pet therapy e adesso scoprono anche se godiamo di ottima salute o abbiamo bisogno di un indagine più approfondita.
Un motivo in più per amarli e rispettarli con tutti noi stessi.

Articoli Correlati