14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Dolce attesa: come dirlo al futuro papà?

  • Dolce attesa: come dirlo al futuro papà?
Come dire al tuo lui che aspetti un bambino Ci siamo, dopo qualche secondo di attesa la barretta diventa rosa e la tua vita cambia in un instante. Sarai madre. Si dice che nella vita di una donna il momento della gravidanza

Come dire al tuo lui che aspetti un bambino Ci siamo, dopo qualche secondo di attesa la barretta diventa rosa e la tua vita cambia in un instante.
Sarai madre. Si dice che nella vita di una donna il momento della gravidanza sia una sorta di completamento della propria esistenza, qualche cosa di tanto naturale quanto travolgente dal primo istante in cui si apprende della nuova vita a quando la si vede nascere. Se però è vero che il turbinio di emozioni ci travolge è altrettanto vero che qualcun altro rischia di esser colpito in pieno petto dal fatto: vi siete forse dimenticate del vostro lui? Voi sarete certo le protagoniste dell’evento ma i figli, si sa, sono al 50% e così occorre iniziare comunicando l’evento: “tesoro, diventerai papà”, esiste un modo migliore per dirlo? Proviamo a scoprirlo insieme. La prima evenienza è ovviamente quella legata ad una gravidanza voluta, un figlio cercato per così dire.
Qui la situazione è abbastanza facile, occorre solo un pizzico di ingegnosità per rendere l’annuncio memorabile: potete fargli trovare un ciuccio sul cuscino o magari scrivere “auguri papà” su una torta da servire alla fine di una cenetta a due, insomma via libera alla fantasia. Qualora invece il pancione non fosse esattamente tra i vostri progetti più immediati la situazione si complica.
Se state insieme da molto probabilmente le vostre remore erano legate ad aspetti pratici come un lavoro precario o qualche paura di troppo: è il momento di far prevalere l’istinto naturale, quello che vi spingeva a coronare il vostro amore con una nuova vita; prova con una comunicazione ad effetto, qualche cosa di dirompente che sappia far passare in secondo piano la razionalità. Se invece la vostra relazione fosse una novità essa stessa be’, la cosa è più ardua.
Qui quello su cui concentrarsi è la comunanza di timori: parlate al vostro lui in modo semplice e onesto, fategli capire che avete le stesse paure e insieme troverete il modo per farle sparire e concentravi sul lato più bello dell’evento. L’ultima opzione è però la più difficile: lui non ne vuole sapere.
Affrontare una simile rivelazione con la certezza che dall’altra parte ci sarà un muro inamovibile non è facile: qui vi consigliamo di prendervi il tempo necessario per elaborare da voi la cosa e raggiungere una certezza sul da farsi; solo allora potrete avere la giusta serenità per parlare con lui e chissà che non possa stupirvi. Fate un bel respiro allora e buttatevi: un grande viaggio sta per partire.

Articoli Correlati