14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: 'ViniVeri 2014 - Vini secondo Natura'

  • EVENTI: 'ViniVeri 2014 - Vini secondo Natura'
Undici primavere, una dedica speciale e un graditissimo ritorno. L?undicesima edizione di ViniVeri 2014 - Vini secondo Natura ? dedicata a Emmanuel Giboulot, il produttore della Borgogna che rischia 6 mesi di carcere per essersi

Undici primavere, una dedica speciale e un graditissimo ritorno.
L’undicesima edizione di ViniVeri 2014 - Vini secondo Natura è dedicata a Emmanuel Giboulot, il produttore della Borgogna che rischia 6 mesi di carcere per essersi rifiutato di usare i pesticidi nelle proprie vigne.
Proprio Emmanuel Giboulot sarà eccezionalmente presente sabato 5 aprile all’inaugurazione di ViniVeri - lunedì 7 aprile dovrà infatti comparire in udienza davanti al tribunale di Digione che deciderà il suo caso - per partecipare alla conferenza insieme a Silvia Pérez-Vitoria e Nicolas Joly. Organizzata dal Consorzio Viniveri, la manifestazione ViniVeri 2014 - Vini secondo Natura si svolgerà come di consueto dal 5 al 7 aprile nella cornice dell’Areaexp “La Fabbrica”, nel cuore della cittadina di Cerea, a pochi chilometri da Verona. Tante le novità di quest’anno, prima tra tutte il ritorno alla manifestazione di uno dei maestri e precursori della viticoltura biodinamica mondiale, Nicolas Joly insieme a 26 produttori europei in esclusiva (Francia, Germania, Austria e Ungheria) e a 9 italiani aderenti a La Renaissance des Appellations, l’associazione di vignaioli provenienti da tutto il mondo che praticano l’agricoltura biodinamica, creata proprio da Joly.
Protagonisti della tre giorni di ViniVeri 2014 saranno 140 vignaioli provenienti da ogni angolo d’Italia e da altri paesi europei uniti da una filosofia e metodologia produttiva comune che va oltre la certificazione biologica europea: quella di generare vino senza l’uso della chimica di sintesi in vigna e senza l’uso di addizioni e stabilizzazioni forzate in cantina.
Vini che non contengono addizioni di sostanze estranee alla frutta d’origine ed al terroir che le ha generate, né fatti attraverso processi dominanti. Insieme ai produttori del Consorzio Viniveri (Cappellano, Giuseppe Rinaldi, Ezio Cerruti, Ezio Giacomo Trinchero, Eugenio Rosi, Castello di Lispida, Casa Coste Piane, La Castellada, Dario Princic, Zidarich, Vodopivec, Mle?nik, Massa Vecchia, Oasi degli Angeli, Paolo Bea, Salvatore Ferrandes), e a quelli di Renaissance des Appellations, saranno presenti un centinaio di “artigiani del vino” indipendenti italiani ed esteri: un assaggio di cultura del territorio che va dall’isola di Pantelleria, al centro del Mediterraneo, risale lo stivale, attraversa Slovenia, Austria, Germania, Francia, Spagna, Portogallo fino all’estremo lembo dell’isola di Madeira nell’oceano Atlantico.
Oltre ai vini ci sarà spazio anche per produzioni agroalimentari artigianali con 14 produttori di eccellenze: dal Parmigiano delle Vacche Rosse all’aceto Balsamico Tradizionale di Modena, dall’olio extravergine d’oliva alla Roveja e lo zafferano di Cascia fino al cioccolato di Modica, passando per prodotti da forno e formaggi da agricoltura biologica. ViniVeri è un’occasione unica per incontrare i produttori-artigiani, aperta alla stampa, agli operatori e a tutti gli appassionati del vino, per parlare direttamente, conoscere e informarsi su una filosofia di vita che si esprime in una produzione che ricerca il miglior equilibrio tra l’azione dell’uomo ed i cicli della natura. Durante i tre giorni di ViniVeri 2014 non mancheranno speciali eventi con tavole rotonde, degustazioni guidate, proiezione di film e cene dedicate. Si inizia sabato 5 aprile, alle 18, con l’incontro-dibattito, moderato da Nicolas Joly e Giampiero Bea, con Emmanuel Giboulot e la “pasionaria” della civiltà contadina e delle lotte agrarie nel mondo, l’economista, sociologa e documentarista francese Silvia Pérez-Vitoria, autrice di libri come “Il ritorno dei contadini”, per il quale ha vinto il premio Nonino 2009 e “La risposta dei contadini”.
Seguirà alle 20.30 la Cena dei Vignaioli, con i produttori presenti a ViniVeri. Domenica 6 aprile, alle 18, è “Natural Resistance”: Jonathan Nossiter parlerà della sua nuova opera presentata al recente festival di Berlino, presente uno dei viticoltori protagonisti del documentario, Stefano Bellotti.
Alle 20.30 si terrà per la prima volta la cena dedicata ai Sommeliers delle varie organizzazioni curata dallo chef stellato Alfredo Chiocchetti del Ristorante Scrigno del Duomo di Trento. Sono inoltre in programma nel pomeriggio di sabato e di domenica, due speciali ed esclusive degustazioni di vini con confronto di etichette e annate diverse, a cura di Renaissance des Appellations e Consorzio ViniVeri. Anche quest’anno, visto il grande successo riscosso nelle ultime edizioni, all’uscita degli spazi espositivi vi sarà Spazio Enoteca VV2014 dove sarà possibile acquistare molte delle rare ed esclusive etichette presenti in degustazione a prezzo di cantina. Il ticket giornaliero di ViniVeri 2014, è di 20 € ed include il calice ed il libretto di degustazione. L’Areaexp “La Fabbrica”, nel cuore della cittadina di Cerea, è facilmente raggiungibile dalla vicina Verona: la stazione ferroviaria di Cerea, distante appena 300 metri dall’Areaexp, offre numerosi collegamenti ferroviari diretti in entrata e in uscita dalla stazione di Verona Porta Nuova nell’arco della giornata. Raggiungerla in automobile da Verona è ancora più semplice; è sufficiente immettersi nella strada provinciale 434 “Transpolesana” Verona-Rovigo ed uscire a Cerea; l’area espositiva è dotata di un ampio parcheggio gratuito. Per maggiori informazioni: http://www.viniveri.net

Articoli Correlati