20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: 'Libri come'... Festa del Libro e della Lettura

  • 1|
Una grande festa del libro e della lettura, ma anche l'occasione per riflettere sulle trasformazioni e le sfide che attendono la societ? del presente e del futuro, con particolare attenzione a quelle relative al mondo del lavoro.

Una grande festa del libro e della lettura, ma anche l'occasione per riflettere sulle trasformazioni e le sfide che attendono la società del presente e del futuro, con particolare attenzione a quelle relative al mondo del lavoro.
Dal 13 al 16 marzo 2014, all'Auditorium Parco della Musica di Roma torna Libri come, la manifestazione promossa e organizzata dalla Fondazione Musica per Roma, a cura di Marino Sinibaldi, con la collaborazione di Michele De Mieri e Rosa Polacco.
Quattro giorni in cui gli spazi dell'Auditorium, le sale e il Garage saranno animati da oltre cento appuntamenti, tra conferenze, presentazioni, dialoghi, mostre, laboratori e altre iniziative. Filo conduttore della quinta edizione di Libri come sarà il lavoro, analizzato in conferenze di celebri ospiti internazionali (il sociologo statunitense Richard Sennett, l'antropologo francese Marc Augé) e in maratone collettive nelle quali le tematiche occupazionali e sociali saranno passate sotto diverse lenti di ingrandimento (quella di giornalisti, imprenditori e attivisti in Come il lavoro.
Ieri, oggi e domani; di scrittori, musicisti e artisti nell'evento finale della Festa Tutti sul lavoro).
Non mancheranno naturalmente i grandi protagonisti della narrativa e della saggistica italiana e internazionale, impegnati in interventi individuali (tra gli altri John Grisham, Andrea Camilleri, Umberto Eco, John Banville, Donna Tartt, Philipp Meyer, Kyung-sook Shin, Camille Paglia, Jared Diamond, Giuseppe De Rita, Stefano Bartezzaghi, Mario Calabresi) e in un ciclo di dialoghi a due voci (Mauro Corona e Antonio Pennacchi, Michele Serra e Sandro Veronesi, Jhumpa Lahiri e Melania Mazzucco, Corrado Stajano e Rosetta Loy, Francesco Piccolo e Stefano Rodotà, David Grossman e Antonio Moresco). Profondo nell'analisi e molto ampio e articolato nello sguardo, il programma di Libri come si aprirà anche agli intrecci con la musica (Francesco Guccini e Ivano Fossati, ospiti in veste di romanzieri), il disegno (Tullio Pericoli), il reading al sapore di thriller (due appuntamenti, che coinvolgeranno gli scrittori Massimo Carlotto e Giancarlo De Cataldo e gli attori Giuseppe Battiston e Anna Bonaiuto), l'approfondimento legato all'editoria (le tavole rotonde Un manifesto per la lettura e Come ho scritto il mio primo libro). Come sempre, il programma della Festa sarà anticipato, accompagnato e arricchito da un fitto network di appuntamenti dedicati alle scuole (tra cui la serie di incontri e laboratori con gli scrittori nei giorni feriali dal 10 al 13 marzo e le Lezioni di mafia condotte dal Presidente del Senato Pietro Grasso la mattina di venerdì 14 marzo), dalle presentazioni nell'ambito dello spazio Garage (con un interessante focus dedicato alla nuova narrativa italiana) e da tre mostre distribuite in diversi ambienti dell'Auditorium (protagonisti il fumettista Makkox, l'artista Marzia Migliora e gli scatti fotografici di romanzieri famosi in Scrittori). IL LAVORO La quinta edizione di Libri come avrà come filo conduttore uno dei temi caldi della società ai tempi della crisi: il lavoro.
Se ne parlerà in un pacchetto di eventi che comprendono conferenze di ospiti internazionali e lunghe maratone collettive ricche di stimoli e spunti.
Tra gli interventi individuali, si segnalano quelli del sociologo statunitense Richard Sennett (“Come cambia il lavoro”, ispirata al saggio Insieme.
Rituali, piaceri, politiche della collaborazione, Feltrinelli) e dell'etnologo e antropologo francese Marc Augé (“La paura del lavoro”, tra i temi del recente Le nuove paure.
Che cosa temiamo oggi?, Bollati Boringhieri).
Le due maratone sono invece previste per sabato 15 e domenica 16 marzo: la prima si intitola “Come il lavoro.
Ieri, oggi e domani” e avrà come protagonisti imprenditori, giornalisti, commentatori e attivisti dei diritti del lavoro, tra cui Giuseppe Allegri, Guido Maria Brera, Tareke Brhane, Roberto Ciccarelli, Angelo Ferracuti, Corrado Formigli, Linda Laura Sabbadini, Anna Maria Testa, Stefano Valenti, moderati da Giorgio Zanchini.
La seconda, “Tutti sul lavoro”, chiuderà invece ufficialmente la Festa la sera di domenica, intrecciando i temi del lavoro con i linguaggi dell'arte e dello spettacolo, con le performance di scrittori, registi, musicisti e artisti tra cui Mimmo Calopresti, Aldo Cazzullo, Andrea Cortellessa, Veronica Cruciani, Daria Deflorian, Erri De Luca, Alessandro Leogrande, Makkox, Virginiana Miller, Tomaso Montanari, Nicola Piovani, Têtes de Bois. I NARRATORI Un percorso tradizionale di Libri come, confermato e consolidato nell'edizione 2014, è quello degli incontri con i grandi protagonisti della narrativa italiana e straniera.
Dopo l'anteprima del 28 gennaio con il maestro del legal thriller Scott Turow, la Festa si prepara ad accogliere scrittori molto amati dal pubblico come John Grisham (nel cui recente L’ombra del sicomoro, Mondadori, ritroviamo l'avvocato Jake Brigance de Il momento di uccidere) e Andrea Camilleri (con il romanzo storico Inseguendo un’ombra, in uscita per Sellerio).
L'elenco degli ospiti internazionali prosegue con il romanziere irlandese John Banville (che presenterà in prima mondiale il nuovo romanzo La bionda dagli occhi neri, Guanda, con protagonista il detective Philip Marlowe, nato dalla penna del maestro del noir Raymond Chandler; nell’incontro interverrà Giancarlo De Cataldo), gli scrittori americani Donna Tartt (al ritorno sulle scene con Il Cardellino, Rizzoli, undici anni dopo il successo di Il piccolo amico) e Philipp Meyer, (Il figlio, Einaudi).
Meyer parteciperà a un incontro dedicato al “grande romanzo americano”, nel quale si confronterà con Taiye Selasi (autrice di La bellezza delle cose fragili, Einaudi, e oggi anche volto noto televisivo, grazie al ruolo di giurata nel talent show letterario Masterpiece) ed Elena Stancanelli.
La Festa guarderà però anche ad Oriente, ospitando Kyung-sook Shin, tra le maggiori autrici coreane contemporanee (Io ci sarò, Sellerio). I DIALOGHI Nel suo percorso di costante sperimentazione di linguaggi e formati della comunicazione, Libri come prevede nell'edizione del 2014 anche la formula del dialogo a tema.
Due ospiti (scrittori, giornalisti, saggisti) si incontrano e confrontano sui temi della cultura, della letteratura, della società.
L'apertura di questo ciclo di appuntamenti è affidata giovedì 13 marzo a Mauro Corona (La voce degli uomini freddi, Mondadori) e Antonio Pennacchi (Storia di Karel, Bompiani), che racconteranno al pubblico i segreti della loro attività di scrittori.
Michele Serra (Gli sdraiati, Feltrinelli) e Sandro Veronesi (Viaggi e viaggetti.
Finché il tuo cuore non è contento, Bompiani) ragioneranno sul tema “Come padri e figli”; il premio Pulitzer Jhumpa Lahiri (La moglie, Guanda) e Melania Mazzucco (Sei come sei, Einaudi) parleranno di “famiglie”; Corrado Stajano (La stanza dei fantasmi: una storia del Novecento, Garzanti) e Rosetta Loy (Gli anni fra cane e lupo, Chiarelettere) si interrogheranno su “come essere testimoni”; Francesco Piccolo (Il desiderio di essere come tutti, Einaudi) e Stefano Rodotà (Il diritto di avere diritti, Laterza) proporranno un dialogo intitolato “Comunista, come tutti”.
L'ultimo appuntamento, la sera di domenica 16 marzo, sarà con David Grossman (da poco in libreria con una nuova edizione del celebre Qualcuno con cui correre, Mondadori) e Antonio Moresco (Fiaba d’amore, Mondadori) sul tema “Come camminare, come scrivere”.
Come già visto nella sezione dedicata al mondo del lavoro, la riflessione a più voci svolgerà un ruolo molto significativo in questa edizione di Libri come.
Ulteriore conferma arriva da due tavole rotonde incentrate sul mondo della scrittura e della lettura, entrambe moderate da Loredana Lipperini: “Un manifesto per la lettura”, in programma sabato 15 marzo, con la partecipazione dell'Assessore alla Cultura e Politiche Giovanili della Regione Lazio Lidia Ravera, Riccardo Cavallero (Mondadori), Stefano Mauri (Gruppo GeMS), Sandro Ferri (e/o) e Marcello Ciccaglioni (Librerie Arion) e “Come ho scritto il mio primo libro”, con i neo-autori Simona Baldelli (Evelina e le fate, Giunti), Giovanni Cocco (La caduta, Nutrimenti), Marco Cubeddu (Con una bomba a mano sul cuore, Mondadori), Fabio Deotto (Condominio R39, Einaudi) e Marco Montemarano (La ricchezza, Neri Pozza). I SAGGISTI Anche sul fronte della non-fiction il programma della Festa è ricco e stimolante, con un ventaglio molto eterogeneo di ospiti e tematiche.
Dagli Stati Uniti sono attesi la sociologa Camille Paglia (che presenta il recente Seducenti immagini.
Un viaggio nell'arte dall'Egitto a Star Wars, Il Mulino) e lo scienziato Jared Diamond (Premio Pulitzer per la saggistica nel 1998 con Armi, acciaio e malattie e autore di Il mondo fino a ieri.
Che cosa possiamo imparare dalle società tradizionali?, Einaudi; il suo incontro, a cui interviene Piergiorgio Odifreddi, è organizzato in collaborazione con l'università LUISS Guido Carli); dall'Italia Alfonso Berardinelli (protagonista di “Come un critico”, a cui intervengono Giuliano Ferrara e Paolo Mauri), lo psicanalista lacaniano Massimo Recalcati (Non è più come prima.
Elogio del perdono nella vita amorosa, Cortina), il giornalista e scrittore Adriano Sofri (che presenta il recente saggio Macchiavelli, Tupac e la Principessa, Sellerio, con Giulio Ferroni e Mariarosa Mancuso), il sociologo Giuseppe De Rita e il giornalista e scrittore Antonio Galdo (Il popolo e gli dei.
Così la Grande Crisi ha separato gli italiani, Laterza).
Sfumature enigmatiche e avventurose del passato emergeranno da un incontro speciale dedicato ad Atlantide e ad altri luoghi leggendari del pianeta, protagonista Umberto Eco (di recente autore di Storia delle terre e dei luoghi leggendari, Bompiani), con la partecipazione di Stefano Bartezzaghi.
Bartezzaghi (Anche meno, Mondadori) sarà protagonista anche di un appuntamento individuale, la conferenza “Come una canzone”, prevista per sabato 15 marzo. I PERCORSI Musica, reading, immagini.
La parola scritta trova infiniti modi per entrare in contatto e contaminarsi con altri linguaggi e mezzi d'espressione.
Alcuni di questi intrecci saranno affrontati nel weekend di Libri come, a partire dagli incontri in cui la Festa omaggerà due tra i maggiori interpreti della canzone d'autore italiana, che a Roma si presenteranno in veste di scrittori: Francesco Guccini (Nuovo dizionario delle cose perdute, Mondadori, a colloquio con Aldo Cazzullo) e Ivano Fossati (Tretrecinque, Einaudi, con Marino Sinibaldi).
La commistione tra musica, parole, memoria e tradizione popolare si svilupperà poi nell'appuntamento con l'attore, regista e “contastorie” Mimmo Cuticchio, impegnato in un reading di brani tratti dalla raccolta fiabe, novelle e racconti siciliani Il pozzo delle meraviglie di Giuseppe Pitrè, e la musica sarà anche importante co-protagonista di Serata Giallo-Nero, spettacolo multimediale in cui la sera di venerdì 14 marzo si incroceranno le letture da Maigret dell'attore Giuseppe Battiston (che sta pubblicando con Emons una collana di audiolibri in cui dà voce alle avventure del celebre commissario) introdotte da Maurizio De Giovanni, il reading a tinte blues del nuovo romanzo di Massimo Carlotto Il mondo non mi deve nulla (e/o), l'attrice Anna Bonaiuto e la colonna sonora curata da Maurizio Camardi.
Dal suono si passa alla visione e al racconto che può scaturire dalla medesima: quello fotografico, al centro della presentazione della raccolta di interviste a grandi fotografi A occhi aperti (Contrasto Books) di Mario Calabresi, alla presenza dell'autore e di Giovanni De Mauro, e quello del disegno, di cui è da anni maestro l’artista Tullio Pericoli, che a Libri come presenterà Pensieri della mano, un nuovo libro in uscita a marzo per Adelphi (intervengono Goffredo Fofi e Domenico Rosa).
Il pomeriggio di domenica 16, infine, la Festa si concederà un ulteriore appuntamento speciale al sapore del giallo, con il reading di Maurizio De Giovanni, Giancarlo De Cataldo e Diego De Silva (co-autori con Carlo Lucarelli dell'antologia Giochi criminali, Einaudi). LE SCUOLE Libri come rivolgerà una particolare attenzione anche alle scuole, con un programma patrocinato dall'Assessorato alla Scuola, Infanzia, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale che si svilupperà principalmente nei giorni feriali precedenti alla Festa, da lunedì 10 a giovedì 13 marzo.
Gli spazi del Garage ospiteranno la scuola di lettura di Come si legge un libro, a cura dell’Associazione Piccoli Maestri, in cui gli scrittori ospiti racconteranno un romanzo agli studenti dei licei: Ragione e sentimento di Jane Austen (Nadia Terranova), Mare di papaveri di Amitav Ghosh (Igiaba Scego), Il cielo cade di Lorenza Mazzetti (Elena Stancanelli), Agostino di Alberto Moravia (Lorenzo Pavolini), Il racconto dell'ancella di Margaret Atwood (Gaja Cenciarelli), Il castello di Franz Kafka (Federico Platania), Una questione privata di Beppe Fenoglio (Antonella Lattanzi) e Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia (Vins Gallico).
Il programma rivolto alle scuole medie prevede invece un ciclo di laboratori, sempre da lunedì 10 a giovedì 13 marzo, tra cui 2055, tu e il tuo lavoro di Sophie Benini Pietromarchi (i ragazzi dovranno illustrare le pagine di un libro collettivo, immaginando se stessi nel 2055), Girotondo di elefanti – Come si scrive una canzone di Pier Mario Giovannone (un laboratorio scritto e cantato per avvicinare gli studenti alla composizione musicale e di testi) e Come Marlene di Gianluca Morozzi (per misurarsi con la scrittura di un breve testo).
Anche durante la Festa ci sarà però spazio per un appuntamento speciale, inserito nel programma per le scuole: venerdì 14 marzo alle 10.30 in Sala Petrassi salirà in cattedra il Presidente del Senato Pietro Grasso, protagonista di “Lezioni di mafia”, un incontro rivolto agli studenti delle scuole superiori e basato sulle lezioni tenute dall'ex-Procuratore nazionale antimafia nell’aula magna della Suprema Corte di Cassazione a Roma (raccolte di recente in un volume edito da Sperling & Kupfer in collaborazione con Rai Eri). IL GARAGE Come ogni anno, il programma delle conferenze, dei dialoghi e delle tavole rotonde di Libri come è integrato dalla catena di montaggio del Garage: le tre “officine” adiacenti alla Sala Santa Cecilia saranno animate da un calendario di oltre settanta presentazioni e appuntamenti speciali.
I temi del Garage si intrecceranno con quelli dei percorsi-chiave di Libri come, con un elenco di ospiti che comprende molte firme del giornalismo italiano contemporaneo (Maria Antonietta Calabrò, Marco Imarisio, Luca Mastrantonio, Marco Pastonesi, Stefano Tura), scrittori stranieri (Rodge Glass e Burhan Sönmez), critici letterari (Marco Belpoliti, Andrea Cortellessa, Emanuele Trevi, Daniele Giglioli) e musicali (Dario Salvatori), fumettisti (Gipi) e soprattutto una ricchissima proposta di narratori della giovane generazione italiana, molti dei quali presenteranno al pubblico il loro esordio letterario.
Non mancheranno gli appuntamenti legati all'editoria: presentazioni di riviste-evento (“Viva”), premi letterari (“Premio Rai - La Giara”), tavole rotonde professionali (in particolare, una sul mondo della traduzione) e iniziative dalla natura anche imprevedibile (da Come Stoner, maratona dedicata al romanzo di John Williams, caso letterario del 2013, all'approfondimento su Masterpiece, primo talent show per scrittori della tv italiana). LE MOSTRE (E LE ALTRE INIZIATIVE) Tre mostre completeranno il programma di Libri come, aprendo interessanti prospettive sui rapporti tra arte, letteratura, fumetto e tematiche sociali.
L'etica del lavoro e lo spirito di Makkox, dal 13 al 16 marzo presso il Garage, raccoglie una serie di tavole verticali sul lavoro firmate da Marco “Makkox” Dambrosio, l'artista esploso su Internet e diventato uno dei simboli della new wave del fumetto satirico italiano.
L'esposizione H317 - Può provocare una reazione in programma ad AuditoriumArte dal 13 marzo fino al 21 aprile è invece il frutto di una ricerca di Marzia Migliora sul bisogno, sulla necessità e soprattutto sui desideri che la questione del lavoro sollecita alla collettività in questo particolare momento storico.
Un percorso complesso, che si nutre di spunti (letteratura, iconografia, tradizioni popolari, dati scientifici) e linguaggi diversi per creare un ponte tra l'arte e le problematiche del presente.
Scrittori, realizzata da Fondazione Musica per Roma in collaborazione con Contrasto, prendendo spunto dall'omonimo libro a cura di Goffredo Fofi pubblicato sempre da Contrasto, è infine un progetto che mette in contatto fotografia e letteratura, proponendo al Foyer Auditorium (dal 13 al 21 aprile) alcuni ritratti di grandi dimensioni dei maggiori scrittori internazionali del Novecento, scattati da grandi fotografi.
Scatti che “ci permettono di capire meglio e di più non solo chi era uno scrittore che ci è caro”, spiega Fofi, “ma anche la misura delle sue opere e quanto dei suoi rovelli vi si è trasferito”. Quest’anno partecipano a Libri come anche le Biblioteche di Roma con la presentazione del reportage narrativo Appassionate, le donne imprenditrici di Filomena Pucci, un testo work in progress realizzato in crowdfunding (domenica 16 marzo).
Per tutto il weekend le Biblioteche saranno inoltre presenti nel Garage con una postazione dove il pubblico potrà chiedere informazioni e registrare nuove bibliocard. Una partnership ormai storica, riproposta nell'edizione 2014 di Libri come, è quella con Radio3.
Gli spazi dell’Auditorium Parco della Musica di Roma ospiteranno una postazione radiofonica da cui saranno trasmessi in diretta dal Foyer Petrassi La lingua batte, la trasmissione settimanale condotta da Giuseppe Antonelli dedicata alla lingua italiana (sabato 15 dalle 14 alle 15.40), e Fahrenheit, il popolare programma di libri e idee (sabato 15 e domenica 16 dalle 16.50 alle 18) che ai microfoni di Tommaso Giartosio ospiterà alcuni dei narratori e saggisti protagonisti degli oltre cento eventi della Festa del Libro e della Lettura.
Una sosta d’autore passando da una conferenza ad una tavola rotonda, da un’intervista a una presentazione. Sito Internet www.auditorium.com

Articoli Correlati