24 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Poesia dedicata al 'mejo amico mio', il cane e l'uomo

  • Poesia dedicata al 'mejo amico mio', il cane e l'uomo
Er Mejo Amico Mio Lo presi ch'era ancora cuccioletto, riccioluto e pi? nero der carbone. Mo, so' cinquanni, ormai, che 'sto barbone dorme co' me sotto lo stesso tetto. Sta sempre pronto, pieno de

Er Mejo Amico Mio Lo presi ch'era ancora cuccioletto, riccioluto e più nero der carbone. Mo, so' cinquanni, ormai, che 'sto barbone dorme co' me sotto lo stesso tetto. Sta sempre pronto, pieno de rispetto, ubbidiente ar comanno der padrone; nun chiede gnente, solo un po' d'affetto che te lo contraccambia a sprofusione. Vò sta' co' me; si nun me vede spasima; quanno ritorno, è lui che dà l'avviso. E pe' fortuna che nun ciànno l'anima le bestie. Si no, poveri cristiani! Hai voja a fa' la fila in paradiso! Ce farebbero entra' solo li cani. [Francesco Possenti]