20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Colloquio di lavoro, quale make up scegliere?

  • 8|
Toutorial fotografico insieme a Cristina, mamma in carriera -?Ben venuti viaggiatori ombretto dipendenti!?Oggi sul nostro fantastico volo ospitiamo Cristina, una giovane?mamma che mi ha chiesto di proporle un trucco adatto per

Toutorial fotografico insieme a Cristina, mamma in carriera - Ben venuti viaggiatori ombretto dipendenti! Oggi sul nostro fantastico volo ospitiamo Cristina, una giovane mamma che mi ha chiesto di proporle un trucco adatto per un colloquio di lavoro, qualche cosa che le permetta di rientrare in pista con stile ed eleganza. Non potevo certo deluderla e così sono volata a casa sua per renderla ancora più graziosa e sicura di sè con un makeup semplice ma di effetto. Approfitterò di Cristina anche per affrontare una tipologia di palpebra che molte di noi hanno e che, molto spesso, non sanno come truccare nel modo giusto.
La palpebra scesa. Molte donne presentano una palpebra scesa, che non deve rappresentare una difficoltà ma un'opportunità per enfatizzare il fascino che può regalare uno sguardo dal sapore orientale. Tecnicamente questo tipo di occhio presenta una palpebra superiore molto evidente ed una palpebra mobile praticamente inesistente. Dovremo creare quindi l'illusione ottica di un occhio più grande ed aperto. Il disegno e le foto vi saranno di grande aiuto per capire che bastano anche soltanto due tonalità di ombretto e pochi semplici passi. Per la base ho steso un primer per il viso,un fondotinta liquido con un sottotono tendente al giallo e per fissare il tutto un velo di cipria applicato con un pennello kabuki. Per gli occhi, ho steso un primer per creare una base neutra su tutta la palpebra mobile e su tutta quella superiore. Come ombretti ho scelto tre tonalità: un marrone scuro, un burro e un prugna molto acceso, capace esaltare i bellissimi occhi castani di Cristina. Per prima cosa vado ad applicare il color burro al centro dell'occhio e sotto l'arco sopraccigliare.
Poi con il colore più scuro ed un pennello a lingua di gatto vado a tracciare una V al lato esterno dell'occhio e nella piega che, nel caso di palpebra scesa, non è per niente evidente: dovrò quindi crearla io con il colore più scuro, sfumandolo con molta cura verso le sopracciglia e verso il centro dell' occhio. Infine applico il color prugna al centro della palpebra mobile e, sfumandolo, lo fondo con il marrone scuro con cui ho tracciato la mia immaginaria piega dell'occhio. Con una matita marrone scuro vado a delineare la rima palpebrale inferiore e la sfumo con un piccolo pennellino. Applico una quantità generosa di mascara nero e il gioco è fatto! Un velo di blush rosa e un intenso rossetto color ciliegia sulle labbra daranno il tocco finale al nostro make up e Cristina sarà pronta per affrontare il suo colloquio di lavoro con uno splendido sorriso! Cari lettori di CheDonna anche oggi il nostro toutorial è giunto, per dirlo in termini calcistici, al novantesimo minuto.
Vi saluto e vi aspetto la prossima settimana per affrontare insieme in modo più approfondito il contouring occhi. Assia Pelliccia Consulente di immagine e di bellezza Jafra Cosmetics      

Articoli Correlati