21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: opposizione a cartella esattoriale per sanzioni del codice della strada

  • 14|
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Si torna a parlare nuovamente di cartelle essatoriali emesse per il mancato pagamento di sanzioni derivanti dalla violazione di norme del Codice della Strada. Quando si contesta il

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Si torna a parlare nuovamente di cartelle essatoriali emesse per il mancato pagamento di sanzioni derivanti dalla violazione di norme del Codice della Strada. Quando si contesta il diritto a procedere ad esecuzione ovver si contesta la sussistenza di fatti estintivi dell'obbligazione, si può proprorre un 'opposizione ai sensi dell'art.
615 c.p.c.
In questo caso il Giudice competente viene individuato secondo la materia ed il valore (dunque il Giudice di Pace). E' quanto stabilito dalla Suprema Corte di Cassazione con la sentenza n.
21194/2011, con la quale viene sancito che "dall’esame degli atti di causa risulta che l’opponente ha impugnato la cartella esattoriale assumendo l’invalidità dei titoli esecutivi e conseguente perenzione del diritto alla riscossione della sanzione e per esservi state inserite pretese prive di legittimo fondamento, sicché tale azione va qualificata come opposizione all’esecuzione non ancora iniziata (cd.
A precetto) regolata dal richiamato primo comma dell’art.
615 c.p.c.
Come questa Corte ha ripetutamente evidenziato, in tal caso è competente il giudice indicato dalla legge come competente per materia e valore in ordine alla contestazione del titolo, e pertanto, per quanto attiene alla contestazione d’un provvedimento sanzionatorio, il giudice indicato come competente dall’art.
22 della L.
689/1981, norma speciale regolatrice della materia, che è il giudice di pace (e pluribus, Cass.
18.2.08 n.
4022)".