23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LIBRI: Intervista allo scrittore Demetrio Battaglia

Nel 2010 ha pubblicato ?La stirpe di Gatra?, nel 2011 ?Lo Sciamano Nero? e nel 2012 ?Il Talismano della Driade?. Tre romanzi che fanno parte della trilogia??I Veggenti di Arkhesya?. E per scoprire tutto, ma proprio tutto, su

Nel 2010 ha pubblicato “La stirpe di Gatra”, nel 2011 “Lo Sciamano Nero” e nel 2012 “Il Talismano della Driade“.
Tre romanzi che fanno parte della trilogia ”I Veggenti di Arkhesya“.
E per scoprire tutto, ma proprio tutto, su questo mondo immaginario, abbiamo intervistato l’autore: Demetrio Battaglia. Come è iniziata la sua avventura di scrittore? In effetti scrivo da molti anni, ma diciamo che ho messo ordine nella mia vita da aspirante scrittore poco più di una decina di anni fa quando ho ideato il mondo di Arkhesya.
Da quel momento in poi tutti i miei sforzi di scrittura sono andati in quella direzione e dal 2006 ho pubblicato, grazie alla mia casa editrice NCE, tre racconti lunghi dal titolo Arkhesya: gli Albori e una trilogia di romanzi dal titolo I Veggenti di Arkhesya. Cosa ne pensa della letteratura medieval fantasy italiana? Per le mie altre passioni, come lo studio della mitologia, penso che questo sia un genere che abbiamo ereditato in maniera un po’ impropria dai popoli nordici e anglosassoni, più avvezzi e portati a questo stile letterario.
Anche per questo motivo da noi, nonostante i grandi passi avanti fatti da molti promettenti autori italiani, rimane ancora un genere di nicchia.
Da pochi giorni ho avuto l’onore di intervistare Licia Troisi, la scrittrice fantasy italiana più nota e sostanzialmente concordava con la mia analisi riconoscendo che attualmente questo stile non raccoglie ancora il consenso di altri generi più conosciuti. I suoi libri sono dedicati a un target di giovanissimi? Diciamo che vanto lettori di ogni fascia di età, ma volutamente ho desiderato utilizzare uno stile molto semplice proprio per dar modo ai giovanissimi, gli adolescenti, di poter leggere le mie storie senza che vi trovassero eccessive scene di violenza.
Questo ha portato chiaramente a fare delle scelte di stile, ma sono contento di avere lettori molto molto giovani che si sono divertiti con le mie storie.
Questo però non ha precluso agli adulti di trascorrere qualche ora divertente nel mondo di Arkhesya. Se volessimo sapere qualcosa di più sulla sua saga Arkhesya, dove potremmo approfondire le sue storie? so che esiste il mondo di Arkhesya online...
Vuole parlarcene? Certamente! È un vero piacere anzi, visto che tengo molto ai due siti che raccontano un po’ tutto il lavoro svolto in questi anni come scrittore e divulgatore delle tematiche fantasy.
nel sito www.arkhesya.com troverete tutto quello che riguarda le mie opere e i miei lavori sul fantasy, nelle scuole e nelle biblioteche.
In questo sito potrete trovare anche gli incipit dei racconti e un racconto completo, gratuito, che potrete scaricare e leggere integralmente.
Nell’altro sito invece, www.wiki.arkhesya.com, troverete tutto il mondo di Arkhesya descritto nei minimi particolari.
Le etnie, le creature, le genealogie delle case regnanti, i luoghi e le città, le armi e gli ordini magici e via così… Un saluto ai lettori di CheDonna.it... Un saluto carissimo a tutte le lettrici e i lettori di CheDonna e se posso vorrei spezzare una lancia a mio favore.
Penso che questa testata sia più gradita al genere femminile, be’ leggete il racconto Samycreek, alle donne in genere è piaciuto più degli altri.

Articoli Correlati