25 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: July Delpy

Julie Delpy si ? fatta un nome realizzandosi come attrice, sceneggiatrice, regista e scrittrice in Europa e negli Stati Uniti. Delpy ha contribuito alla stesura dell?ultimo film che ha anche interpretato, Before Midnight,

Julie Delpy si è fatta un nome realizzandosi come attrice, sceneggiatrice, regista e scrittrice in Europa e negli Stati Uniti.
Delpy ha contribuito alla stesura dell’ultimo film che ha anche interpretato, Before Midnight, presentato al Sundance Film Festival 2013.
Il film è il seguito di Prima dell’Alba (1995) e Before Sunset – Prima del Tramonto (2004)?con quest’ultimo la Delpy ha ottenuto una candidatura all’Oscar alla Miglior Sceneggiatura insieme a Ethan Hawke e Richard Linklater. L’anno precedente, nel 2012, Delpy ha scritto, diretto e interpretato 2 Giorni a New York, che ha seguito il film osannato dalla critica 2 Giorni a Parigi, del 2007, realizzato a Parigi da indipendente e distribuito in tutto il mondo dopo aver ricevuto critiche lusinghiere a Berlino. Fin dalla tenera età di 14 anni, Delpy ha lavorato con alcuni registi intellettuali tra i più stimati nel settore, compresi Jean-Luc Godard per Detective, Agneiszka Holland per Europa Europa, Krzysztof Kieslowski per la trilogia Tre Colori e con Roger Avary per Killing Zoe, protagonista al fianco di Eric Stoltz.
La lista dei registi con i quali ha collaborato è altrettanto eclettica come il suo talento di attrice.
Tra gli altri film ai quali ha partecipato troviamo, inoltre, Quarto Comandamento di Bertrand Tavernier, La Notte Oscura di Carlos Saura e Voyager – Passioni Violente di Voker Schlondorff. Dalpy ha continuato a passare con la massima naturalezza dalla recitazione alla composizione, dalla scrittura alla regia, con ruoli memorabili come: il film della Focus Features, Broken Flowers, accanto a Bill Murray, scritto e diretto da Jim Jarmush e The Countess (2009), che la Delpy ha anche ideato, scritto e diretto.
Ha vinto, poi, il premio alla regia al festival cinematografico di San Sebastian per il suo Skylab, del 2011. La sua attitudine alla recitazione, che Delpy attribuisce ai genitori, attori entrambi, è ciò che l’ha spinta a lavorare come regista.
Nel 1995 il debutto con un cortometraggio presentato al Sundance Film Festival di quell’anno, Blah Blah Blah. Delpy adora immergersi nel processo creativo ed è pronta a collaborare in ogni aspetto della produzione.
Attualmente, vive tra Los Angeles e Parigi.
Parla correntemente francese, inglese e italiano.

Articoli Correlati