23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Maya Sansa

Di padre iraniano e madre italiana, studia recitazione a Londra, diplomandosi alla Guildhall School of Music and Drama. Debutta nel cinema con La balia (1999) di Marco Bellocchio, con cui conquista un Globo d?Oro e un Ciak d?Oro

Di padre iraniano e madre italiana, studia recitazione a Londra, diplomandosi alla Guildhall School of Music and Drama.
Debutta nel cinema con La balia (1999) di Marco Bellocchio, con cui conquista un Globo d’Oro e un Ciak d’Oro come miglior rivelazione.
L’affermazione definitiva arriva nel 2003 con Buongiorno, notte, sempre di Bellocchio, e La meglio gioventù di Giordana, che le fanno ottenere una candidatura ai David di Donatello e un Nastro d’Argento.
Dopo Il vestito da sposa, di Fiorella Infascelli, e L’amore ritrovato di Mazzacurati, il New York Times le dedica una pagina definendola la nuova icona del cinema italiano.
Attiva anche a teatro e in televisione (Albert Einstein di Liliana Cavani), lavora con Giorgio Diritti (L’uomo che verrà, 2009), Gianni Amelio (Il primo uomo, 2011), Ascanio Celestini (La pecora nera, 2011), iniziando a collaborare sempre più spesso con autori francesi, tra cui Claude Miller e Benoît Jacquot.
Per Bella addormentata di Bellocchio ha ricevuto nel 2013 il David di Donatello per la migliore attrice non protagonista.

Articoli Correlati