16 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: atto dell'avvocato troppo lungo? Si rischia alla condanna alle spese

  • CARO AVVOCATO: atto dell'avvocato troppo lungo? Si rischia alla condanna alle spese
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Il Tribunale di Milano ? stato chiamato a pronunciarsi su un aspetto piuttosto singolare del procedimento: atti troppo lunghi scritti da un avvocato in una causa. In particolare, la

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Il Tribunale di Milano è stato chiamato a pronunciarsi su un aspetto piuttosto singolare del procedimento: atti troppo lunghi scritti da un avvocato in una causa. In particolare, la controparte si era lamentata poichè gli atti erano di una mole tale da impedire una corretta individuazione del tema del decidere, oltre che ripetitivi e concernenti agormenti già ampiamente trattati in precedenza. Anche la Suprema Corte di Cassazione assazione ha avuto modo di ribadire che "la particolare ampiezza degli atti certamente non pone un problema formale di violazione di prescrizioni formali ma non giova alla chiarezza degli atti stessi e concorre ad allontanare l'obiettivo di un processo celere che esige da parte di tutti atti sintetici, redatti con stile asciutto e sobrio". In giurisprudenza si è quindi affermato il principio della "sinteticità degli atti" quale comportamento processuale che dovrebbero osservare le parti di un processo. Qualora dunque la produzione di memorie “sovrabbondanti” si inserisca in una condotta processuale volta a dilatare i tempi del processo, la conseguenza dovrebbe riflettersi sul giudizio relativo alla soccombenza sulle spese di liti.

Articoli Correlati