16 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

In viaggio nel mondo del make up con Assia: prima tappa, la base

  • In viaggio nel mondo del make up con Assia: prima tappa, la base
" Il volto di una donna bellissima puo' avere dei difetti che non fanno che rendere piu' profondo il suo fascino " Henry James L'Americano 1877 Eccoci qua' .....pronte per iniziare questo percorso?nel meraviglioso e, come

" Il volto di una donna bellissima puo' avere dei difetti che non fanno che rendere piu' profondo il suo fascino " Henry James L'Americano 1877 Eccoci qua' .....pronte per iniziare questo percorso nel meraviglioso e, come scoprirete, sconfinato pianeta del make up! La valigia per ognuna/o di voi l'ho preparata io perché, in questo viaggio, un beauty non bastera di certo! Con molta cura vi ho messo le qualità indispensabili per affrontare questo percorso, starà a voi ricorrere all'una o all'altra al momento giusto. Alcune di queste già apparterranno a molti di voi, mentre altre le faranno proprie strada facendo: creatività, autostima, ironia, coraggio, un po' di follia...
le ho messe tutte nelle vostre valige, che ho accuratamente imbarcato. Per quanto riguarda il bagaglio a mano, utilizzatelo per le “2C”.
Curiosità e cuore! La prima perche non vi parlerò soltanto di un rossetto ma vi racconterò brevemente com'è nato, la sua evoluzione, che ruolo ha ricoperto nella vita delle donne, com'è fatto e, infine, cosa puo' fare per voi. Siete pronte? Allora allacciate le cinture e non cercate le hostess e nemmeno gli stuart: le prime stanno leggendo CheDona, i secondi li ho momentaneamente congedati; li riprendiamo a viaggio inoltrato, quando avremo almeno un incarnato perfetto e luminoso. Vediamo allora da dove partirà la nostra traversata e dove approderemo: PARTENZA : Colorito spento tipo verde bottiglia dopo 5 ore di sonno frazionate da bambini, cuccioli di cane, mariti che russano, vicini troppo rumorosi ARRIVO : Incarnato uniforme, colorito roseo, viso disteso e riposato Imbarchiamoci allora e...
buon viaggio a tutte! Gli strumenti che oggi abbiamo a disposizione sono naturalmente una buona base per il trucco e un buon fondotinta.
Ma aspettate un attimo...
Come nasce il fondotinta? Io mi sono voluta levare questa curiosità e ho scoperto che .... "Il Fondotinta è uno dei cosmetici piu' antichi per uniformare la pelle e il colorito del volto possibilmente schiarendolo; almeno così impose la moda sino agli inizi del ‘900. Gli Egizi sbiancavano le loro facce con la cerussa ossia la biacca (ossido di piombo). I Romani invece mescolavano la biacca con il guano, cacca fermentata di uccelli marini. Nel 1300 un viso era considerato bello solo se bianchissimo e le signore si spalmavano quantita' generose di creme ottenute mescolando ossido d'argento e di mercurio a grasso animale.
Nel Rinascimento si usava il lustro a base di trebbiano, vino usato a Firenze.
Nel 700 l'ideale aristocratico imponeva pelle color madreperla col blu delle nobili vene e per tutto l'800 furoreggiarono i visi pallidi, nella convinzione che un incarnato diafano esprimesse nobiltà d'animo e di stirpe; solo i popolani e i contadini esibivano facce colorite causa esposizione al sole. Fortunatamente quella gran dittatrice chiamata Moda, dal primo ventennio del 900 annunciò finalmente che un colorito naturale fosse simbolo di salute, vivacità, sensualita' ed "ésprit"." (www.placidasignora.com) Da allora il fondotinta ha subito molte evoluzioni ma e' sempre e comunque un cosmetico utilizzato per coprire le imperfezioni della pelle. Nella maggior parte dei casi si tratta di un’emulsione di acqua in olio o olio in acqua miscelata a dei pigmenti che ne determinano la coprenza. Questi pigmenti non sono assorbiti dalla pelle mentre l'emulsione si. La percentuale dei pigmenti presenti nel fondotinta determinano la tipologia del cosmetico che può essere fluido, cremoso o compatto. Per ottenere una buona base si parte sempre da una pelle curata, dobbiamo perciò cercare di limitare al minimo la presenza di inestetismi cutanei usando prodotti di qualità e specifici per il nostro tipo di pelle.
Un anamnesi della tipologia di pelle è perciò essenziale per scegliere correttamente i prodotti per la sua cura e, ovviamente, anche per la scelta del giusto fondotinta. Prima di stendere il fondotinta è necessario quindi aver deterso la pelle con un buon detergente, averla tonificata con un tonico possibilmente non alcolico e aver applicato una crema trattamento. Facciamo passare qualche minuto per permettere ai trattamenti di essere assorbiti dalla pelle e poi passiamo alla fase vera e propria del make up. PRIMA SOSTA DEL VIAGGIO : IL PRIMER! Che cosa e'? Si tratta di un prodotto cosmetico che fino a pochi anni fa era di appannaggio esclusivo dei truccatori professionali.
Oggi tante case cosmetiche hanno invece deciso di portare questo prodotto verso tutte noi. Il primer e' una base per il trucco quasi incolore che leviga la pelle, uniforma l’incarnato ed è inoltre dermoriempitiva per mimetizzare le piccole rughe. E' essenzialmente a base siliconica ed esiste nelle declinazioni per viso, occhi e labbra. Puo'essere a volte anche colorato, per nascondere alcune particolari imperfezioni: verde, ad esempio, è la tonalità più adatta per chi ha la couperose. Il primer per il viso quindi si stende prima del fondotinta come una normale crema, avendo cura di tenersi lontani dal contorno occhi che necessita di un primer specifico. Si puo' stendere sia con le dita che con un pennello piatto da fondotinta. SECONDA SOSTA DEL VIAGGIO: IL FONDOTINTA! Senza dilungarci ulteriormente sua composizione, passiamo a conoscere i vari tipi di fondotinta e il loro uso. Fondotinta liquido: E’ un’emulsione in acqua e olio o in olio e acqua che si stende facilmente ed esiste in varie versioni a seconda del tipo di pelle: ad esempio, una donna dalla pelle grassa prediligerà un fondo a base prevalentemente acquosa mentre chi ha una pelle prevalentemente secca potrà usare un fondo a base oleosa. Personalmente prediligo la texture piu' fluida in quanto non amo l’effetto bambola di cera. Tra i fondotinta liquidi ne esistono poi diverse tipologie come quelli idratanti, antitraccia, antieta' . Come si usa? Il fondotinta liquido si può stendere con le dita, con una specifica spugnetta in lattice inumidita o con un pennello da fondotinta. Si procede sempre dal centro del viso verso l’esterno, avendo cura di sfumare bene all'attaccatura dei capelli, sulle orecchie e tra mento e collo, per evitare che si noti la differenza tra il nostro viso e il resto della pelle . Questa problematica puo' essere superata da una giusta scelta del tono del fondotinta che può essere fatta dopo aver inidivisuato il nostro sottotono di pelle, ma questo merita qualche parola in più che spenderò dopo aver illustrato tutti i tipi di fondotinta e il loro uso. Fondotinta in crema: Ha una consistenza piu' cremosa e garantisce una coprenza maggiore.
E’ assai efficace quando si hanno problemi di discromia della pelle piu' evidenti. Si può applicare con la spugnetta di lattice o con un pennello da fondotinta a setole piatte. Anche in questo caso lo si stende sempre partendo dal centro del viso verso l'esterno sfumando bene all’attaccatura dei capelli delle orecchie e del collo. Fondotinta compatto in polvere 2 in 1: E' un fondotinta con pigmenti pressati, facile da stendere grazie alla consistenza in polvere e che può garantire la copertura perfetta di un fondotinta e il finish opaco di una cipria. Può essere applicato da asciutto con un piumino da cipria o con un pennello da polveri e da bagnato con una spugnetta inumidita . Fondotinta minerale: E' un fondotinta a base di polveri minerali quasi impalpabili che funge da fondotinta e cipria insieme.
Ha una copertura da leggera a media ma regala un aspetto molto naturale e sopratutto non occlude i pori della pelle. Non lo consiglierei mai a chi ha una pelle molto secca, mentre per una pelle giovane e tendente al grasso è la soluzione ideale. Si stende con un pennello da polveri sempre dall'interno verso l'esterno del viso e, possibilmente, con un kabuki poichè questo pennello ha la particolarità di avere le setole molto fitte che trattengono piu’ pigmento. IL SOTTOTONO DELLA PELLE : Il sottotono non è altro che il colore di base della nostra pelle che può tendere al rosa o al giallo ed avere quindi un sottotono freddo o caldo. Per individuare che tipo di sottotono di pelle abbiamo, possiamo effettuare un veloce test su noi stesse. Apriamo il nostro braccio con l'interno rivolto verso l’alto, proprio come facciamo per fare le analisi del sangue (tranquille niente aghi!) a questo punto alla luce del giorno guardiamo le nostre vene: se appaiono piu verdine abbiamo un sottotono della pelle caldo e tendente al giallo se invece, appaiono piu’ blu abbiamo un sottotono di pelle freddo e tendente al rosa. Individuare tra i fondotinta quelli dal sottotono piu' simile al vostro è abbastanza facile anche ad occhio nudo. Ma con delle immagini vi aiutero' a capirne la sostanziale differenza ! Come scegliere questo fondotinta? Prima cosa, prendete il braccio che avete ancora rivolto verso l'alto alla luce del giorno e riportatelo nella posizione iniziale ,non vi servira' per la scelta del fondotinta, perche' IL FONDOTINTA NON SI SCEGLIE SULLA PELLE DEL POLSO!!! Se siamo indecise tra uno o più tonalità posizioniamole nella zona del viso tra mento e collo, quello che si mimetizza meglio con la nostra pelle è quello giusto. Se siamo indecise fra due tonalità prendiamoli tutti e due e misceliamoli per un risultato piu’ professionale. Siamo così arrivate alla fine della prima tappa del nostro viaggio.
Seguendo questi consigli spero siate riuscite a conoscere e ad utilizzare al meglio il primer e il fonodotinta giusto per voi. Un incarnato uniforme un aspetto sano e curato ci regaleranno la sicurezza di piacere a noi stesse e agli altri, di affrontare un colloquio di lavoro con più serenità, un incontro d'amore con quel pizzico di autostima in più . Quanto a me, resto sempre sintonizzata sui vostri cuori e sulla mia mail, per rispondere alle vostre domande e ai vostri problemi di make up e per darvi informazioni su prodotti di qualità e giusti per voi! Ah, a proposito di mail: ne invio una agli stuart, adesso possono salire in viaggio con noi ;-) Assia Pelliccia Consulente di immagine e di bellezza JAFRA COSMETICS assia.pelliccia@gmail.com [gallery]

Articoli Correlati