17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: un genitore non può costringere i figli mutare il proprio credo religioso

  • CARO AVVOCATO: un genitore non può costringere i figli mutare il proprio credo religioso
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La Suprema Corte di Cassazione si ? recentemente occupata di un tema che periodicamente in Italia suscita dibattiti senza fine: il credo religioso. Il caso di specie riguarda una coppia

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La Suprema Corte di Cassazione si è recentemente occupata di un tema che periodicamente in Italia suscita dibattiti senza fine: il credo religioso. Il caso di specie riguarda una coppia non sposata che, una volta divisa, si era ritrovata dinnanzi al Tribunale per i Minorenni a contendersi l'affido esclusivo delle figlie minori. La madre motivava la sua richiesta dal fatto che nel frattempo il padre era divenuto Testimone di Geova e tentava in tutti i modi di imporre alle figlie, di giovane età, il proprio credo, obbligandole a partecipare alla Adunanza. La Corte d'Appello, con provvedimento urgente, imponeva al padre il divieto di obbligare le bambine alla partecipazione degli incontri in quanto rilevava che le piccole, attesa la loro giovane età ed una educazione prettamente cattolica, non erano in grado di scegliere consapevolmente di abbracciare il nuovo credo oppure di rimanere ancorate alla fede cristiana. La Suprema Corte di Cassazione non ha potuto far altro che confermare le statuizioni della Corte d'Appello territorialmente competente, nonostante il padre avesse proposto ricorso adducendo come motivazione la violazione dell'art.
19 della Costituzione che garantisce la libertà di culto. I giudici di legittimità hanno preferito, nel caso di specie, preservare l'integrità psichica delle minori, reputandole incapace di operare, allo stato, scelte consapevoli riguardo il mutamento del loro credo religioso.

Articoli Correlati