18 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: acquisto prima casa: mantenere la residenza?

  • CARO AVVOCATO: acquisto prima casa: mantenere la residenza?
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Per usufruire dell?agevolazione prevista per gli acquisti di immobili ?prima casa?, il fabbricato deve essere ubicato nel territorio del comune in cui l?acquirente ha o intende stabilire

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Per usufruire dell’agevolazione prevista per gli acquisti di immobili “prima casa”, il fabbricato deve essere ubicato nel territorio del comune in cui l’acquirente ha o intende stabilire entro 18 mesi dall’acquisto (la dichiarazione di voler stabilire la residenza deve essere resa nell’atto di acquisto) la propria residenza o, se diverso, in quello dove svolge l’attività lavorativa ovvero, se trasferito all’estero per motivi di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l’attività il datore di lavoro. Inoltre, la normativa non esclude la possibilità di fruire del regime di favore ai soggetti non cittadini italiani, se viene rispettata la condizione della residenza.
L’unica eccezione è quella dei cittadini italiani emigrati all’estero; per questi, infatti, non è previsto l’obbligo di avere o portare la residenza. Per poter continuare a fruire di tali agevolazioni, è necessario non rivendere la casa prima di 5 anni dalla data di acquisto ovvero, in caso di nuova vendita, occorre riacquistare entro 12 mesi dalla medesima. Per ciò che concerne la residenza, vi è un vuoto normativo sulla necessità o meno di mantenerla per tutta la durata dei 5 anni però, in caso di controlli, l'Amminstrazione procedente potrà sanzionare il compratore nel caso in cui si presuma dagli elementi di fatto che lo stesso abbia spostato la residenza unicamente per beneficiare delle agevolazioni fiscali.

Articoli Correlati