21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: sconti sulle multe del 30%: primi orientamenti

  • 1|
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ecco le ultime indicazioni fornite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in materia di sanzioni amministrative derivanti da violazione delle norme del codice della

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ecco le ultime indicazioni fornite dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali in materia di sanzioni amministrative derivanti da violazione delle norme del codice della strada. Come è ben noto a tutti gli utenti della strada, la nuova formulazione dell'art.
202 C.d.S.
prevede il pagamento in misura ridotta del 30% della sanzione amministrativa pecuniaria qualora il pagamento sia effettuato entro cinque giorni dalla contestazione o dalla notificazione della violazione; tale previsione è applicabile sia al trasgressore che al responsabile in solido. La suddetta riduzione non è prevista, tuttavia, per le violazioni comportanti la confisca del veicolo e la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida. Quanto al criterio temporale per l'applicazione della riduzione, la circolare precisa che essa vale per le sanzioni irrogate con verbali di contestazione notificati a partire dal 21 agosto 2013, indipendentemente dal tempo della commissione della violazione, dal tempo di accertamento della stessa e dal tempo di instaurazione del procedimento ispettivo in corso. Ci si è quindi concentrati, per l'applicabilità dello sconto, sul dato fattuale rappresentato dalla notifica, a scapito del giorno in cui è stata commessa la violazione. Attualmente, non è possibile procedere al pagamento della sanzione ridotta nelle mani dell'agente accertatore mediante strumenti di pagamento elettronico, bensì attraverso il modello F23 oppure a mezzo di versamento in conto corrente postale o bancario. Il pagamento con sconto del 30% non è compatibile con la rateizzazione della sanzione amministrativa.