23 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: compenso dell'agente immobiliare

  • CARO AVVOCATO: compenso dell'agente immobiliare
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza della Corte d'Appello di Napoli si ? occupata del diritto dell'agente immobiliare di vedersi corrispondere il compenso pattuito nel caso in cui le parti addivengano

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza della Corte d'Appello di Napoli si è occupata del diritto dell'agente immobiliare di vedersi corrispondere il compenso pattuito nel caso in cui le parti addivengano ad una compravendita senza contemplare il suo operato. Chi si rivolge ad un'agenzia immobiliare per vendere il proprio immobile è obbligato poi a corrispondere, di solito insieme al compratore, al mediatore un compenso per l'attività professionale svolta dal medesimo. Tale attività consiste nel mettere in contatto tra loro le parti, occuparsi di ricevere l'eventuale proposta del compratore per sottoporla al venditore e proseguire nelle fasi delle trattative. Nel caso di specie i compratori si erano limitati a visionare l'immobile senza poi formulare una proposta scritta.
Successivamente, l'immobile era stato comprato dagli stessi in quanto il venditore si era rivolto ad altro mediatore, il quale aveva seguito le parti nelle successive trattative ed aveva percepito il compenso per l'opera professionale svolta. Sia nel corso del giudizio di primo grado che in grado di appello la domanda di corresponsione del corrispettivo del mediatore è stata respinta poichè i giudici di merito non hanno ritenuto che il mediatore avesse in alcun modo prestato la propria attività professionale. Difatti è stato rilevato che la sola visione dell'immobile da parte del mediatore non poteva considerarsi attività strumentale alla conclusione del contratto di compravendita poichè il mediatore non aveva avviato alcuna trattativa e non aveva messo in contatto le parti.  

Articoli Correlati