20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: sottoscala e presunzione di comproprietà

  • 9|
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Il singolo condomino, per vincere la presunzione di compropriet? gravante sul bene in forza dell'art. 1117 c.c., deve fornire la prova dell'esistenza di un titolo di acquisto ad hoc che

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Il singolo condomino, per vincere la presunzione di comproprietà gravante sul bene in forza dell'art.
1117 c.c., deve fornire la prova dell'esistenza di un titolo di acquisto ad hoc che escluda dal godimento del bene gli altri condomini. E' quanto stabilito dalla sent.
n.
2412/12 della Suprema Corte di Cassazione in tema di comproprietà del vano sottoscala di un condominio. Nel caso specifico affrontato dalla sentenza in rassegna la proprietaria del seminterrato aveva convenuto in giudizio il condominio affinché fosse dichiarata l’inesistenza della servitù di fatto sull’atrio posto nel sottoscala di sua esclusiva proprietà e ordinata la cessazione della turbativa e dello spoglio mediante il deposito di biciclette. Nel rogito notarile non veniva espressamente menzionata la proprietà del vano sottoscala e, nel corso del giudizio, non è stata offerta alcuna prova circa la titolarità esclusiva del locale medesimo. Dunque, in considerazione della mancata prova formatasi sul punto, il sottoscala è da considerarsi quale bene comune ai sensi dell'art.
1117 c.c.