13 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Michelle Pfeiffer

  • LA DONNA DEL GIORNO: Michelle Pfeiffer
Michelle Pfeiffer ? vincitrice di un Golden Globe ed ? stata premiata tre volte con l?Academy Award; negli ultimi trent?anni ha catalizzato l?attenzione del pubblico grazie all?incredibile bellezza e alle magistrali

Michelle Pfeiffer è vincitrice di un Golden Globe ed è stata premiata tre volte con l’Academy Award; negli ultimi trent’anni ha catalizzato l’attenzione del pubblico grazie all’incredibile bellezza e alle magistrali interpretazioni.
Di recente, l’abbiamo ammirata in Dark Shadows, film che l’ha vista recitare accanto a Tim Burton sul grande schermo per interpretare i grandi classici gotici degli anni Sessanta.
Ha recitato anche per Alex Kurtzman nel drammatico Una famiglia all’improvviso, accanto a Chris Pine, Olivia Wilde e Elizabeth Banks, e per Garry Marshall nella commedia romantica Capodanno a New York, al fianco di Robert De Niro, Hilary Swank, Sarah Jessica Parker e Ashton Kutcher. La Pfeiffer ha ricevuto la prima nomination dell’Academy Award nel 1989 (Migliore Attrice non protagonista) per l’interpretazione della sofferente Madame de Tourvel nel film di Stephen Frears Le relazioni pericolose, insieme a John Malkovich e Uma Thurman. Nel 1990, ha vinto il Golden Globe come Migliore Attrice in un Film Drammatico e ha ricevuto una seconda nomination all’Oscar per l’interpretazione della sexy chanteuse Suzie Diamond nel film I favolosi Baker, insieme a Jeff Bridges.
Nel 1993 la Pfeiffer ha vinto l’Oscar e ha meritato nomination come Migliore Attrice Femminile ai Golden Globe per l’interpretazione della moglie di Dallas, Lurene Hallett, nel film di Jonathan Kaplan Due sconosciuti, un destino. Negli anni, la Pfeiffer ha ricevuto il premio BAFTA e il premio della critica per le magistrali interpretazioni in L’età dell’innocenza, Paura d’amare, La casa Russia e Una vedova allegra… ma non troppo.
Nel 2009 ha recitato in Chéri, la storia di una liason tra l’affascinante ex-cortigiana Léa de Lonval e Chéri, un giovane interpretato da Rupert Friend.
Diretto da Stephen Frears, il film è ispirato all’omonimo romanzo del 1920 del francese Colette. Nel 2007, la Pfeiffer ha recitato nel film di Adam Shankman Hairspray: Grasso è bello al fianco di John Travolta, Christopher Walken, Queen Latifah e Zac Efron.
Il film, adattamento del musical di broadway vincitore del Tony Award come Migliore Musical nel 2003, è stato il terzo film-musical della storia ad incassare $200 milioni di dollari a livello internazionale.
Lo stesso anno, la Pfeiffer ha recitato nel ruolo della perfida strega Lamia nel fantasy Stardust, diretto da Matthew Vaughn.
Il film, una favola ambientata nell’antica Inghilterra, è l’adattamento di una storia di Neil Gaiman.
Nel cast troviamo anche Claire Danes, Robert De Niro, Ian McKellen, Rupert Everett e Sienna Miller.
La Pfeiffer ha prestato la propria voce per il film di animazione del 2003 Sinbad: La leggenda dei sette mari, al fianco di Brad Pitt, Catherine Zeta-Jones e Joseph Fiennes.
Ha ricevuto una nomination nel 2002 ai SAG Awards (Screen Actors Guild) per il ruolo della sanguinaria madre Ingrid Magnussen nel film di Peter Kosminsky White Oleander. La Pfeiffer è arrivata agli onori del cinema nel 1983 con la grande interpretazione del cult Scarface, nel ruolo della moglie di Tony Montana, interpretato da Al Pacino.
Il film, diretto da Brian De Palma e scritto da Oliver Stone, è presto diventato una vera e propria icona culturale. Oltre a questi, la Pfeiffer ha recitato nel film di Jesse Nelson Mi chiamo Sam, per Robert Zemeckis in Le verità nascoste, per Rob Reiner in Storia di noi due, per Michael Hoffman in Sogno di una notte di mezza estate, per Ulu Grosbard in In fondo al cuore, per Michael Hoffman in Un giorno per caso, per Michael Pressman in A Gillian, per il suo compleanno, per Jon Avnet in Qualcosa di personale, per John N.
Smith in Pensieri pericolosi, per Mike Nichols in Wolf – La belva è fuori, per Tim Burton in Batman – Il ritorno, per George Miller in Le streghe di Eastwick, per Robert Towne in Tequila Connection, per Alan Alda in Sweet Liberty – La dolce indipendenza e per Richard Donner in Ladyhawke.

Articoli Correlati