20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EROS - Philofobia. Ovvero quando si ha paura dell'amore.

  • 28|
Paura d'amare. Il testo di una vecchia canzone cantata da Masini qualche anno fa, purtroppo rappresenta uno spaccato di realt? che spesso sfocia nella psicopatologia. Si, perch? la philofobia ? proprio la paura di

Paura d'amare.
Il testo di una vecchia canzone cantata da Masini qualche anno fa, purtroppo rappresenta uno spaccato di realtà che spesso sfocia nella psicopatologia. Si, perchè la philofobia è proprio la paura di innamorarsi. Nelle fase iniziali, quando il sentimento è più marcato, perchè associato all'innamoramento spesso si tende ad idealizzare il partner, a mettere da parte del nostro per fare spazio all'altro, ad introiettare la rappresentazione che abbiamo di lui per sentirlo più vicino. Questo processo avviene per attenuare l’ansia e garantirsi così la prossimità dell’oggetto d’amore da cui dipende il nostro benessere. Ma tutto ciò che appare normale, per un philofobico non lo è: anche quando il partner ricambia apertamente i sentimenti dell’altro, molti individui restano comunque insicuri, incapaci di tranquillizzarsi e di abbandonarsi a ciò che provano, rinunciando spesso all’amore in modo razionale e volontario. La persona affetta da Philofobia dunque evita di esporsi in contesti di coinvolgimento sentimentale, dedicandosi oltremodo al lavoro, così, da compensare la propria presunta fragilità legata al mettersi in gioco in una storia eventuale. Circa il perchè di questa fobia, solo una chiacchierata con uno psicologo può aiutare a capire le radici, del tutto personali, in cui sono ravvisabili le cause. C'è tuttavia, un filo che accomuna i soggetti philofobici: non si ama per non soffrire.
Le motivazioni possono essere centinaia: da chi è deluso dall'amore, a chi non vuole rinunciare alla propria vita da single. Spesso, inoltre, chi è affetto da questa patologia, ha alle spalle una famiglia con legami difficili, poichè in un contesto in cui difficilmente ci si lascia andare ai legami profondi, un figlio crescerà con questa certezza. Si entra poi in un loop mentale in cui si da per scontato che dimostrando amore, o i propri sentimenti, si riceveranno in cambio solo umiliazioni o rifiuti. I rapporti saranno sempre e solo fugaci e superficiali. Chi sente quindi di aver sviluppato questa paura d’amare è bene che: eviti di anticipare negativamente l’esito della storia (profezia che si auto avvera), sia aperto alla possibilità di innamorarsi e creare un legame duraturo, non faccia paragoni con le storie precedenti, parli apertamente con il proprio partner. Il rapporto perfetto non è che un'utopia.
Esistono però delle attrazioni forti, inspiegabili che richiedono coraggio.
Il coraggio di rischiare e vivere l'amore, nonostante le paure, nonostante le difficoltà, nonostante il timore di sbagliare, magari di nuovo.
Perchè nella vita, si diventa grandi, nonostante!

Articoli Correlati