14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

PUBBLICITA' INGANNEVOLE SU BENEFICI CHEWINGUM: Perfetti multata di 180mila euro

  • PUBBLICITA' INGANNEVOLE SU BENEFICI CHEWINGUM: Perfetti multata di 180mila euro
Quante volte abbiamo visto scorrere in tv, pi? o meno distrattamente,?pubblicit? che decantano i benefici che arrecherebbe ai nostri denti l'uso costante di chewing gum pensati appositamente per l'igiene dentale???Se dovessimo

Quante volte abbiamo visto scorrere in tv, più o meno distrattamente, pubblicità che decantano i benefici che arrecherebbe ai nostri denti l'uso costante di chewing gum pensati appositamente per l'igiene dentale? Se dovessimo giudicare da quegli spot, sembrerebbe che potremmo benissimo fare a meno dello spazzolino e vivere in un mondo in cui tutti masticano felici con denti bianchi e sanissimi. Peccato però che le pubblicità dei chewingum Vivident, Happydent, Daygum e Mentos siano state reputate 'ingannevoli' dall'Antitrust e che la Perfetti sia stata condannata a pagare 180.000 euro di multa. E' proprio l'Antitrust che riporta la delibera della sanzione nell'ultimo Bollettino, dal quale si apprende che l'Autorità garante ha comminato una multa da 150.000 euro alla Perfetti Van Melle Italia e una di 30.000 euro alla Perfetti Van Melle Spa per i messaggi pubblicitari ingannevoli della campagna 2011-2012 incentrati sull'igiene dentale relativi ad alcuni chewing gum in confetti o lastrine, in particolare: Happydent white complete, Vivident Xylit (nelle versioni Green mint e White), Daygum Protex (nelle versioni Herbs white con aloe vera e Strawberry Jujce), Daygum XP e Mentos Pure white. In particolare l'Antitrust nota che la campagna promozionale dei prodotti in questione, 'incentrata sui benefici salutistici derivanti dal consumo dei prodotti, specificamente per l'igiene orale e dentale, attraverso l'accostamento allo spazzolino, agli strumenti medici, ai vanti relativi agli effetti antitartaro, anticarie e antiplacca, ancora agli effetti di rinforzo e protettivi dei denti risultano ingannevoli verso i consumatori', in quanto alla merce reclamizzata 'non possono essere attribuite le caratteristiche salutistiche via via vantate pregiudicando una consapevole ed avveduta scelta commerciale dei consumatori'. Un consiglio? Continuate a lavare i denti dopo ogni pasto, come vi ha insegnato la mamma...
i vecchi rimedi sono sempre i migliori. Per altri articoli di Attualità clicca qui

Articoli Correlati