20 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: l'evoluzione giurdica del reato di violenza sessuale

  • CARO AVVOCATO: l'evoluzione giurdica del reato di violenza sessuale
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: I sempre pi? molteplici fatti di cronaca concerneti violenze nei confronti delle donne, che molto spesso sfociano nell'uccisione della vittima, ci induco a riflettere sui mezzi

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: I sempre più molteplici fatti di cronaca concerneti violenze nei confronti delle donne, che molto spesso sfociano nell'uccisione della vittima, ci induco a riflettere sui mezzi predisposti dall'ordinamento giurico per prevenire la commissione del reato e punire il colpevole con pene adeguate e, soprattutto, rieducative. E' di questi ultimi giorni la notizia secondo la quale il Governo ha già predisposto un decreto che introdurrà il reato di femminicidio.
Finalmente dunque lo Stato si è accorto di questo grave problema sociale che è cresciuto in maniera esponenziale in questi ultimi anni. E pensare che, sino alla riforma del 1996, i reati di violenza carnale e di atti di libine non erano nemmeno qualificati ed inseriti nel titolo dei "delitti contro la persona", bensì nei reati contro la moralità pubblica ed il buon costume (ovviamente con pene meno severe). Ciò significa che il reato non veniva punito perchè la donna veniva lesa in quanto individuo ma l'azione veniva punita in quanto considerata riprovevole dalla società.
Anche che non è un giurista può riuscire a comprendere che non veniva dato risalto alla sofferenza fisica e psichica della donna, con la conseguenza che, se un atto non veniva sentito come "sbagliato" da parte della società, il colpevole veniva assolto.

Articoli Correlati