13 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Andrea Riseborough

  • LA DONNA DEL GIORNO: Andrea Riseborough
A 9 anni, Andrea Riseborough ? stata scelta per un?audizione al People?s Theatre di Newcastle, sede della Royal Shakespeare Company (RSC), ottenendo subito una piccola parte. Pi? tardi, nel periodo della Royal Academy of Dramatic

A 9 anni, Andrea Riseborough è stata scelta per un’audizione al People’s Theatre di Newcastle, sede della Royal Shakespeare Company (RSC), ottenendo subito una piccola parte.
Più tardi, nel periodo della Royal Academy of Dramatic Arts (RADA), ha iniziato a ottenere nuovi ruoli grazie all’agente che la seguiva all’epoca.
Dapprima in “Whatever Love Means” (ITV) e poi in “A Very Social Secretary” di Jon Jones, andato in onda su Channel 4.
Ha fatto parte del cast di “A Brief History of Helen of Troy” al Soho Theatre, diretto da Gordon Anderson (Catherine Tate Show) e vincitore dell’Oppenheimer Award, ed ha ottenuto una nomination come Miglior Attrice Emergente ai Theatre Goers Choice Awards 2005.
Il suo primo ruolo in un lungometraggio è stato un cameo in “Venus”, di Roger Mitchell. La Riseborough ha lavorato per sei mesi al National Theatre in “Burn”, di Deborah Gearing, “Chatroom” di Enda Walsh e “Citizenship” di Mark Ravenhill.
Ha poi lavorato in “The Secret Life of Mrs.
Beeton”, di Jon Jones, per la BBC, ha interpretato Miss Julie e Isabella nella versione di Peter Hall di “Misura per misura” (Bath Theatre Royal e RSC) ed ha ricevuto il premio Ian Charleson Award 2006 per entrambe le performance.
Ha girato “Musicians” per la Universal Pictures (scritto dagli autori del Peep Show), prima di ottenere il suo primo ruolo da protagonista nella serie Tv per la BBC2 “Party Animals”.
Mike Leigh le ha offerto un ruolo in “Happy Go Lucky”, e due giorni dopo aver finito il film, ha iniziato a lavorare in “The Pain and the Itch” (Royal Court), di Bruce Norris, per cui ha ottenuto una nomination come Miglior Attrice non Protagonista dei Teatri Londinesi ai Theatre Goer’s Choice Awards 2007. La Riseborough ha interpretato Margareth Thatcher nel film della BBC “The Long Walk to Finchley”, diretto da Niall McKormack, per il quale ha ottenuto una nomination ai BAFTA Awards.
Ha preso parte al pilota per la BBC3 di “Being Human”, di Toby Whitehouse, successivamente al cortometraggio di Patrick Marber “Love You More”, diretto da Sam Taylor Wood.
L’attrice ha girato “Mad Sad – Bad”, scritto e diretto dal candidato ai BAFTA Avie Luthra, preso parte a due cicli della pièce “Two Polish Speaking Romanians” (Soho Theatre) e girato la serie Tv per Channel 4 “The Devil’s Whore”, che le è valso il premio come Miglior Attrice agli RTS Awards.
Ha interpretato il ruolo di Sasha in “Ivanov” (Michael Granndage, The Donmar) insieme a Kenneth Branagh, nel West End. Ha preso parte al film della Fox Searchlight “Never Let Me Go” (2010), adattamento del romanzo di Kazuo Ishiguro, interpretato Brenda in “Made in Dagenham” (Paramount, 2010), e più recentemente ha vestito i panni di Rose in “Brighton Rock”, di Rowan Joffé, adattamento del romanzo di Graham Greene, in cui ha recitato con Sam Riley, Helen Mirren e John Hurt.
Per questo film è stata nominata come Miglior Attrice e Miglior Attrice Emergente ai BIFA.
Nel 2010 la Riseborough ha vestito i panni di Sylvia in “The Pride”, diretto dal regista teatrale Joe Mantello, insieme a Ben Whitshaw e Hugh Dancy.
Ha preso parte al film “W.E.”, di Madonna, in cui ha interpretato il ruolo di Wallis Simpson.
Ha preso parte a “Resistance” (2011) con Michael Sheen, “Welcome To The Punch” con James McAvoy e “Disconnect”, con Jason Bateman e Alexander Skarsgard.

Articoli Correlati