24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LIBRI: 'Perché avere figli?'

Viaggio di una neomamma alla scoperta di gioie e dolori di essere genitori. Una giovane femminista, emergente in America, svela luci e ombre della maternit?, e apre gli occhi sia a chi madre lo ? gi?, sia a chi sta per

Viaggio di una neomamma alla scoperta di gioie e dolori di essere genitori. Una giovane femminista, emergente in America, svela luci e ombre della maternità, e apre gli occhi sia a chi madre lo è già, sia a chi sta per diventarlo, sia a chi vorrà esserlo un domani. Una riflessione sulle aspettative irrealistiche dell’essere genitori, e un invito ad avere meno sensi di colpa, e a pretendere maggior supporto dal padre e adeguate politiche familiari. Nell’immaginario comune, perlopiù, la maternità è considerata l’esperienza più gratificante per una donna.
Ma, nei fatti, è davvero così? In che modo un figlio (o una figlia) ci rende felici? Siamo predisposti per natura a prenderci cura dei figli? Jessica Valenti affronta questi temi controversi senza censure e smaschera la «pericolosa» falsità dei luoghi comuni sulla genitorialità: i figli di per sé non contribuiscono alla nostra felicità e la maternità non è l’esperienza più appagante per una donna.
A ben guardare, il desiderio di diventare madre è spesso frutto di un’imposizione culturale, e la felicità idilliaca della maternità è un ideale quasi impossibile da realizzare che, se alimentato, nuoce alle donne, specie durante i primi anni di vita del bambino. Da dove nasce questa idea di maternità? Il saggio entra nel vivo del dibattito arricchendolo con l’esperienza personale dell’autrice e indicando una nuova prospettiva: «non chiudere la donna nella maternità», mettendo in discussione il modello standard di genitorialità.

Articoli Correlati