24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: presupposti per ottenere il risarcimento del danno da emotrasfusione

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La legge di riferimento in materia di risarcimento del danno da emotrasfusione ? la 210/1992 la quale statuisce che chiunque abbia riportato, a causa di vaccinazioni obbligatorie per

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: La legge di riferimento in materia di risarcimento del danno da emotrasfusione è la 210/1992 la quale statuisce che chiunque abbia riportato, a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorità sanitaria italiana, lesioni o infermità, dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrità psico-fisica, ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato, alle condizioni e nei modi stabiliti dalla presente legge. L’indennizzo spetta anche ai soggetti che risultino contagiati da infezioni da HIV o a coloro che presentino danni irreversibili da epatiti post-trasfusionali. L’indennizzo consiste in un assegno non reversibile determinato nella misura di cui alla tabella B allegata alla legge 177/1976 ed esso, integrato dall’indennità integrativa speciale ha decorrenza dal primo giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda. I soggetti interessati ad ottenere l’indennizzo devono presentare domanda al Ministero della sanità entro il termine perentorio di tre anni nel caso di vaccinazioni e di dieci anni nei casi di infezione da HIV e tali termini decorrono dal momento in cui l’avente diritto risulti aver avuto conoscenza del danno, secondo l'interpretazione della Corte di Cassazione. Recentemente, il Tribunale di Roma, ha accolto anche la richiesta di risarcimento del danno da parte di familiari di una donna che aveva contratto una malattia, in conseguenza della quale era poi deceduta.

Articoli Correlati