18 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: mantenimento del figlio maggiorenne che abbandona gli studi

  • CARO AVVOCATO: mantenimento del figlio maggiorenne che abbandona gli studi
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Torniamo nuovamente a parlare di mantenimento del figlio maggiorenne e non economicamente autosufficiente perch? la Suprema Corte di Cassazione ? stata nuovamente chiamata a pronunciarsi

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Torniamo nuovamente a parlare di mantenimento del figlio maggiorenne e non economicamente autosufficiente perchè la Suprema Corte di Cassazione è stata nuovamente chiamata a pronunciarsi sul punto. In particolare, nel caso di specie, un genitore aveva adito l'autorità giudiziaria al fine di ottenere la revoca dell'assegno di mantenimento in favore del figlio maggiorenne che aveva consapevolmente abbandonato gli studi ed aveva iniziato a lavorare saltuariamente come barista. Il padre, attese le recenti vicende, si era subito adoperato al fine di reperire un'occupazione al figlio ed aveva proposto a quest'ultimo di andare a lavorare come barista.
Si trattava di lavoro stagionale. Il giovane aveva rifiutato e quindi il genitori aveva proposto ricorso per la revoca dell'assegno di mantenimento, sul presupposto che il figlio aveva inopinatamente rifiutato una occupazione reperitagli dal padre. Ebbene, la Suprema Corte di Cassazione ha invece stabilito che non viene meno il diritto al mantenimento del figlio maggiorenne che abbia abbandonato gli studi, lavori irregolarmente come barista e abbia rifiutato una collocazione, sempre come barista stagionale, procuratagli dal padre, in quanto tale tipo di lavoro non assicura la sua autonomia economica e dunque non rende ingiustificato il suo rifiuto del lavoro.

Articoli Correlati