21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

PAOLA CORTELLESI, spot contro il femminicidio: Paola Ferrari offesa

Paola Ferrari offesa dall?ultimo spot della Cortellesi: non so se andr? in onda domenica - "E? un atto di una violenza verbale inaudita, soprattutto in uno spot a difesa delle donne?a fare schifo sono gli insulti tra donne...non

Paola Ferrari offesa dall’ultimo spot della Cortellesi: non so se andrò in onda domenica - "E’ un atto di una violenza verbale inaudita, soprattutto in uno spot a difesa delle donne…a fare schifo sono gli insulti tra donne...non vorrei che l’attacco fosse politico…dalla Cortellesi mi aspetto spiegazioni.
Non la querelerò, è un problema culturale.
Ma sto valutando se andare in onda domenica”. Così Paola Ferrari, nota conduttrice della Domenica Sportiva, ha commentato l’ultimo spot girato da Paola Cortellesi contro la violenza sulle donne e il femminicidio.
Nel video, che potete vedere qua sotto, la famosa conduttrice comica interpreta una donna uccisa e gettata dal marito nel pozzo dietro casa: la donna sbeffeggi agli inquirenti che non riescono a ritrovarne il corpo e, descrivendo la sua vita, pronuncia le fatidiche parole che tanto hanno offeso la Ferrari; "Decideva sempre lui (l’uomo che ha ucciso il personaggio interpretato dalla Cortellesi, ndDM) ciò che si doveva guardare.
Meglio morta che guardare un’altra Domenica Sportiva co’ cosa, con l’illuminata, quella presentatrice piena di luce che pare la Madonna, quella bionda che dice i risultati con le labbra, il rossetto forte e gli orecchini a lampadario.
A lui piace tanto, quanto gli piaceva…beh, a me faceva proprio schifo guarda un po’…”. Certamente venir citata con simili epiteti in uno spot di così gran peso per il genere femminile non è il sogno di nessuna ma forse, proprio di fronte alla grande importanza di un filmato così ben riuscito, Paola Ferrari potrebbe chiudere un occhio: in fin dei conti come negare la veridicità della descrizione fatta dalla Cortellesi? Meglio allora abbozzare e, con l’occasione, supportare la nobile causa di cui la pubblicità incriminata si fa portatrice: certo ci guadagneremmo tutte, inclusa la Ferrari.

Articoli Correlati