14 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: risarcimento del danno da trattamento estetico errato

  • CARO AVVOCATO: risarcimento del danno da trattamento estetico errato
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: L?attivit? di estetista ? oggi regolata dalla Legge n. 1/1990 che all?art. 1 prevede che ?L?attivit? di estetista comprende tutte le prestazioni ed i trattamenti eseguiti sulla superficie

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: L’attività di estetista è oggi regolata dalla Legge n.
1/1990 che all’art.
1 prevede che “L’attività di estetista comprende tutte le prestazioni ed i trattamenti eseguiti sulla superficie del corpo umano il cui scopo esclusivo o prevalente sia quello di mantenerlo in perfette condizioni, di migliorarne e proteggerne l’aspetto estetico, modificandolo attraverso l’eliminazione o l’attenuazione degli inestetismi presenti”.
Le prestazioni di natura terapeutica rientrano nell'alveo delle prestazioni di natura sanitaria e sono pertanto precluse all'attività sopra indicata. Ovviamente, per poter esercitare l'attività di estetista occorre aver ottenuto il titolo abilitativo all'esercizione della professione medesima altrimenti si incorre in illeciti anche di natura penale (es.
esercizio abusivo della professione). Chi esercita questa attività è responsabile di tutti i danni cagionati al cliente nel caso in cui i trattamenti, anzichè migliorare gli inestetismi, peggiorino le condizioni del cliente stesso. Gli ambiti nei quali può essere chiamato a rispondere chi esegue il trattamento sono sia quello civile sia quello penale. Tratterò per primo l’ambito della responsabilità civile. In questo ambito inoltre la giurisprudenza è particolarmente rigorosa, richiedendo un alto grado di preparazione e perizia sia nel momento della valutazione preventiva sul tipo di trattamento da applicare (oltre che sulla opportunità/necessità dello stesso) sia poi nell’esecuzione del trattamento stesso. Va infine precisato che, anche se il trattamento è stato eseguito dal singolo estetista, qualora lo stesso operi all’interno di una struttura, alla responsabilità del medesimo estetista potrà affiancarsi quella del titolare/gestore del centro estetico chiamato a rispondere per il fatto dei propri dipendenti.  

Articoli Correlati