17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

ALICE 2.0 NEL PAESE DELL'ENERGIA: dal 3 al 5 maggio al Teatro Studio Expo di Milano

  • ALICE 2.0 NEL PAESE DELL'ENERGIA: dal 3 al 5 maggio al Teatro Studio Expo di Milano
Liberamente ispirato alle 'Avventure di Alice nel paese delle Meraviglie', lo spettacolo descrive un mondo veramente strano, dove la meraviglia ? la straordinaria capacit? dell?energia di presentarsi sotto diverse forme.? In un

Liberamente ispirato alle 'Avventure di Alice nel paese delle Meraviglie', lo spettacolo descrive un mondo veramente strano, dove la meraviglia è la straordinaria capacità dell’energia di presentarsi sotto diverse forme. In un gioco in cui valgono regole che possono sembrare assurde, nulla si crea e nulla si distrugge.
Forse. Con grande autoironia, il mondo della ricerca si presenta attraverso tre personaggi, che rappresentano da un lato tre diverse visioni di come la fisica ha affrontato il tema dell’energia e, dall’altro, forniscono essi stessi, con il loro comportamento, un esempio delle sue continue trasformazioni. Come Alice, il pubblico precipiterà senza possibilità di scampo e uscirà dall’esperienza solo attraverso una trasformazione irreversibile. Ma che cos'è l'energia? Perché è così difficile definirla? Il tema sarà trattato dal punto di vista della fisica partendo dalle basi e da diversi esempi sperimentali: dalla caduta dei gravi, dagli urti elastici a esplosive reazioni chimiche. Nel mondo dell’Energia il pubblico incontrerà esempi di come l’energia possa sprigionarsi in modo inatteso e improvviso, affronterà interpretazioni della realtà diverse dal senso comune, in un apparente caos in cui solo i tre ricercatori sembrano muoversi a loro agio. Alice troverà la strada solo il giorno della laurea: le risposte alle nostre domande e le soluzioni ai problemi umani potranno arrivare solo dalla ricerca di base, quella che procede senza avere un obiettivo applicativo e che segue sentieri tortuosi, ispirati dalla voglia di sapere di più e di gettare luce su ciò che ancora non conosciamo. Fonte: piccoloteatro.org

Articoli Correlati