22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

In esclusiva per CheDonna.it: Max De Angelis!

Max De Angelis ? una di quelle persone che ti lasciano un bel sorriso stampato sul viso, dopo averci parlato un p?. E' nato a Roma il 31 ottobre del 1972, quindi ? dello Scorpione. E di questo segno porta in giro solo i pregi.

Max De Angelis è una di quelle persone che ti lasciano un bel sorriso stampato sul viso, dopo averci parlato un pò.
E' nato a Roma il 31 ottobre del 1972, quindi è dello Scorpione.
E di questo segno porta in giro solo i pregi.
Sì, perchè non è permaloso, non è chiuso, non è arrogante, è modesto.
E ne avrebbe di motivi per stare "sulle sue": il suo esordio nel 2004 con il singolo La Soluzione è stato accolto con entusiasmo dal pubblico, tanto da essere uno degli artisti esordienti più venduti e suonati in quell'anno.
E' rimasto due mesi nella Top 20 dei singoli più venduti e per oltre tre mesi nella Top 30 delle canzoni più trasmesse dalle radio. Max, La Soluzione è una canzone molto forte, non trovi? Sì, effettivamente tratta un tema scottante, che è quello del suicidio, ma è stato male interpretato all'epoca.
Qualcuno parlò addirittura di un "inno al suicidio" ma non c'è niente di più sbagliato.
In realtà è tutto l'opposto. Ne La Soluzione canti di un amore finito e di un uomo che, in preda alla rabbia e alla disperazione, si getta dal balcone.
Tra tutte le soluzioni possibili, perchè proprio questa? E' proprio questo il punto.
Bisogna leggere fra le righe: l'uomo è inteso come angelo, e come tale non potrebbe suicidarsi.
E' un volo di rinascita, un distaccarsi dalla realtà umana per tornare ad essere angelo. Se questa non è poesia...
Ma andiamo avanti.
Max partecipa al FestivalBar con la canzone "Nuda" (che vi facciamo ascoltare in calce a questo articolo) e riscuote un successo che eguaglia quello precedente, e per oltre tre mesi è fra le suonerie per telefoni cellulari più scaricate in Italia. Se si visita il sito ufficiale del cantante, salta subito all'occhio che la biografia è aggiornata al 2005.
Cosa è successo da quell'anno ad oggi? Ho deciso di prendermi una pausa.
Una pausa relativa a dire il vero, perchè con i tour in tutta Italia e in Europa non mi sono mai fermato.
Ma avevo bisogno di "disintossicarmi" dallo stress che questo mestiere inevitabilmente arreca.
E di dedicarmi di più alla mia parte "umana".
In realtà sei sempre stato presente per i tuoi fans.
Sei su Myspace e su Facebook e li curi personalmente... Sì, mi piace partecipare in prima persona al rapporto con chi mi supporta.
Anche sul sito ufficiale c'è un blog, dal quale ahimè sto disertando, ma per il semplice motivo che i social network di oggi mi consentono di interagire con i miei fans in maniera più immediata, e io amo il contatto con ognuno di loro. Parliamo dello star system: che rapporto hai con il mondo dello spettacolo? (Ndr.
ride) Pessimo.
Mi sento sempre un pesce fuor d'acqua, perchè io sono un compagnone, sono giocherellone e in certi ambienti non ti è consentito farlo.
E se non è consentito, è comunque fuori luogo.
Preferisco di gran lunga le cene che organizzo con i miei amici di sempre. Che genere di rapporti hai con i tuoi colleghi? C'è amicizia, stima o ipocrisia? Ho sicuramente molte conoscenze e senza dubbio molti amici che stimo e con i quali mi trovo benissimo, ma le vere amicizie sono quelle che mi porto dietro da trent'anni a questa parte.
Di certo non ho amici di facciata, non è nelle mie corde. Tu hai partecipato sia a Sanremo (con Sono qui per questo) che al Festival Bar (con Nuda).
Che esperienze sono state? Beh, entrambe molto belle.
Sicuramente diverse, perchè a Sanremo combatti con l'ansia della diretta e della mondovisione.
Mi ha aiutato a studiare le mie reazioni di fronte a queste emozioni e mi ha fatto crescere molto.
E' un'esperienza mediatica molto forte.
Il Festival Bar è un pò più rilassato, puoi permetterti qualche errore e comunque il contatto con il pubblico è molto simile a quello che hai durante il tour.
E' una situazione che ti mette più a tuo agio.
Che ne pensi dei talent show, come X Factor o Amici? Se fossero esistiti all'epoca del mio esordio non nego che vi avrei partecipato, mi ci sarei gettato a capofitto.
Ma le cose, nella musica, sono cambiate.
I cantanti e le loro canzoni sono troppo "commercializzate", non si sente parlare dopo un anno dello stesso artista che l'anno prima sembrava dover essere il nuovo Freddy Mercury.
Non è questo ciò che voglio per me, anche per questo motivo mi sono preso una pausa.
Quindi anche il concetto di "musica" è cambiato... Assolutamente sì.
E non sempre mi ritrovo in quello che oggi si vende per musica.
Vedi, l'arte dovrebbe essere un universo chiuso, non alla mercè di interferenze esterne che con l'arte non hanno nulla a che vedere. Domanda di rito.
Sei un cantautore molto particolare, non scrivi testi scontati.
Come nascono le tue canzoni? In realtà non nascono mai.
Sono già dentro di me, devono solo uscire fuori e lo fanno quando vogliono loro.
Sai, io dico sempre che l'ispirazione è come la più bella delle donne, di cui si è innamorati, ma che non riusciamo a percepire come nostra.
E' lei che deve sceglierci. Parliamo di Max "essere umano".
Sei dello Scorpione eppure non hai i difetti che questo segno di solito mostra.
Allora a te la parola: pregi e difetti di Max De Angelis. Partiamo dai difetti: metto troppa, davvero troppa passione nel fare le cose che riguardano la vita, che sia scrivere una canzone o aprire un pacco di patatine.
Ma è anche il mio pregio.
Vivere la vita gustandola al massimo. Max, le donne che ci leggono premono: sei fidanzato? Felicemente fidanzato! (ndr.
non ci dice con chi, ma di certo è fortunatissima) Progetti per il futuro? Ci prepari un nuovo album? Di canzoni già pronte per essere registrate ce ne sono tante, i miei collaboratori si stanno scaldando e...
chi lo sa, magari il 2011 porterà qualcosa di nuovo! Un'ultima domanda: parlaci delle donne di oggi.
Come le vedi, che difetti e pregi hanno? Sfondi una porta aperta perchè io sono un femminista convinto! Le donne hanno il pregio di essere donne, con tutto quello che ne consegue, sia dal punto di vista comportamentale che intellettivo.
I difetti sono soggettivi, come in ognuno di noi. Grazie infinite, Max. Tiro le somme di questa mia conversazione con Max: un uomo ottimista, simpatico, travolgente.
Di quelli, come dicevo, che ti lasciano un sorriso per tutta la giornata.
E adesso ascoltiamo (e guardiamo) una delle sue canzoni preferite.

Articoli Correlati