23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

LA DONNA DEL GIORNO: Rachel Weisz

Rachel Weisz ha vinto, nel 2005, un Oscar? come Migliore Attrice Non Protagonista per la sua interpretazione di Tessa Quayle in "The Constant Gardner (La Cospirazione)", di Fernando Meirelles, adattamento cinematogra?co del

Rachel Weisz ha vinto, nel 2005, un Oscar® come Migliore Attrice Non Protagonista per la sua interpretazione di Tessa Quayle in "The Constant Gardner (La Cospirazione)", di Fernando Meirelles, adattamento cinematogra?co del romanzo di John le Carré.
Per questo ruolo ha vinto anche un Golden Globe® e uno Screen Actors Guild®.
La Weisz ha anche partecipato al quarto episodio della saga cinematogra?ca di Tony Gilroy, "The Bourne Legacy", dove recita accanto a Jeremy Renner. Nel 2012 la Weisz ha ricevuto il plauso della critica per la sua interpretazione nel ?lm di Terence Davies, "The Deep Blue Se"a, tratto dall’opera teatrale di Terrence Rattigan, e per il suo ruolo nel recente dramma politico indipendente "The Whistleblower (L’Informatore)", diretto da Larysa Kondracki. In precedenza, la Weisz ha recitato con Daniel Craig nel thriller di Jim Sheridan "Dream House", e in "Page Eight" di David Hare insieme a Bill Nighy e Ralph Fiennes per la BBC. Tra gli altri suoi ?lm ricordiamo lo storico "Agora" di Alejandro Amenabar, ambientato nell’antico Egitto; "The Brothers Bloom" insieme a Mark Ruffalo e Adrien Brody; "Un bacio Romantico", di Wong Kar Wei; "Amabili Resti "di Peter Jackson; la commedia romandica di Adam Brooks "Certamente, Forse"; il fantascienti?co "L’Albero della Vita" di Darren Aronofsky; ecc. Il pubblico internazionale la conosce soprattutto per il suo ruolo di protagonista insieme a Brendan Fraser negli enormi successi di Stephen Sommers, "La Mummia" e "La Mummia – Il Ritorno".
La Weisz ha inoltre recitato ne "Il Nemico alle Porte" di Jean-Jacques Annaud, "I Want You" di Michael Winterbottom, "Ragazze di Campagna" di David Leland, "Lo Straniero che Venne dal Mare" di Beeban Kidron e "Io Ballo da Sola" di Bernardo Bertolucci. Nel 2010, la Weisz ha vinto il Laurence Olivier Award come Migliore Attrice per la sua interpretazione di Blanche DuBois nel revival teatrale di “Un Treno Chiamato Desiderio”, di Tennessee Williams.
La critica l’ha apprezzata anche in "The Shape of Things", prodotto dalla Focus Features, in cui si è cimentata per la prima volta come produttrice. Ha inoltre recitato nella versione teatrale del regista e scrittore Neil LaBute, presentata a Londra e a New York.
La sua interpretazione nei teatri inglesi di “Design for Living”, scritto da Noel Coward per la regia di Sean Mathias, le è valsa il London Drama Critics Circle Award come Migliore Attrice Emergente.
Ha inoltre recitato nella produzione teatrale “Improvvisamente l’Estate Scorsa,” sempre per la regia di Mathias. La Weisz ha iniziato la sua carriera alla Cambridge University, dove ha formato il Talking Tongues Theatre Group, che ha portato in scena numerose opere sperimentali vincendo il prestigioso Guardian Award al Festival di Edimburgo.

Articoli Correlati