23 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: diffamazione su facebook

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza del Tribunale di Livorno qualifica come "diffamazione commessa con il mezzo della stampa" ogni espressione diffamatoria postata su Facebook. Anzi l'utilizzo di

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza del Tribunale di Livorno qualifica come "diffamazione commessa con il mezzo della stampa" ogni espressione diffamatoria postata su Facebook. Anzi l'utilizzo di Internet integra l'ipotesi aggravata di cui all'art.
595, comma 3 c.p.
(offesa recata con qualsiasi altro mezzo di pubblicità), poiché la particolare diffusività del mezzo usato per propagare il messaggio denigratorio rende l'agente meritevole di un più severo trattamento penale. Il web 2.0 quindi non può e non deve essere considerato una “zona franca” del diritto, bensì come uno degli ambiti nei quali l’individuo svolge la sua personalità e che necessita di una disciplina idonea ad attuare le tutele previste dall’ordinamento. Si ha diffamazione tutte quelle volte in cui venga offeso il decoro e l'onore di una persona, indipendentemente dal fatto che si utilizzino o meno parole astrattamente offensive (come "parolacce").

Articoli Correlati