22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Las Vegas, a gennaio la fiera del porno

A gennaio a Las Vegas non si trova solamente il sole e i casin?, ma anche la fiera del porno Gennaio a Las Vegas non significa solo sole, spettacoli e casin?, ma significa soprattutto ?Adult Entertainment Expo, la pi? grande

A gennaio a Las Vegas non si trova solamente il sole e i casinò, ma anche la fiera del porno Gennaio a Las Vegas non significa solo sole, spettacoli e casinò, ma significa soprattutto Adult Entertainment Expo, la più grande convention del porno al mondo.
Quest’anno la convention inizia domani e finisce l’8 gennaio, con la serata culmine costituita dagli “Oscar del Porno” i AVN Awards, in cui si premiano i film migliori dell’anno passato.
Pornografi da tutti i continenti si riuniscono a Las Vegas per partecipare a seminari, informarsi sulle nuove tendenze del settore, mettersi in contatto con i colleghi, incontrare i nuovi talenti “creativi” e aggiornarsi sulle ultime tecnologie.
Stiamo parlando di quasi 200 espositori, ognuno con qualcosa di originale da aggiungere al mercato.
Secondo l’inviata del giornale inglese The Guardian però, la cosa che fa davvero eccitare i presenti alla convention non è il sesso, ma il denaro.
I partecipanti, quasi tutti uomini, passano ore in sale conferenze soffocanti e disadorne, a discutere di nicchie di mercato, diversificazione del prodotto, e come aumentare le visite ai siti internet perchè, come spiega il sito dell’evento “Identificare, vendere e pubblicizzare i giusti prodotti per i vostri clienti attuali e attrarne di nuovi è vitale nel competitivo mercato odierno”. Mentre questi squali del capitalismo si inventano nuovi modi per aumentare i propri clienti, a pochi metri di distanza, le stesse persone che stanno analizzando per la modica cifra di 100 dollari a testa, si mescolano con le loro attrici e i loro attori porno preferite, guardano qualche minuto degli ultimi film e attendono ardentemente quello che gli organizzatori chiamano “Sexy Stage Shows”, spettacoli in cui le attrici simulano rapporti tra di loro.
Dando un’occhiata ai film proiettati, si possono vedere donne soffocate da peni impegnativi e imbavagliate, venir penetrate violentemente da uomini che le chiamano “puttana”, “troia” e “succhiacazzi” e, in un caso particolarmente bizzarro, venir penetrate analmente all’interno di una bara. Le attrici, abbigliate con il solito look di tacchi alti, tanga e non molto altro, stanno sedute con le gambe spalancate, mentre gli uomini fanno la fila per fare una foto con loro. Fonte: giornalettismo.com

Articoli Correlati