21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: maltrattamenti in famiglia nei confronti della madre? Anche i minori sono danneggiati dal reato

  • 16|
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che i minori debbono essere qualificati come soggetti passivi del reato di maltrattamenti in famiglia ex art. 572

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Una recente sentenza della Suprema Corte di Cassazione ha stabilito che i minori debbono essere qualificati come soggetti passivi del reato di maltrattamenti in famiglia ex art.
572 codice penale anche se la condotta gravemente lesiva viene posta in essere esclusivamente nei confronti della loro madre. Questo reato, che consiste in reiterate condotte poste in essere da un soggetto qualificabili come ingiurie, violenze ecc..., pur se posto in essere nei confronti della madre, danneggia anche i figli minori che si vedono privati di quella serenità e stabilità familiare che invece dovrebbe caratterizzare la loro esistenza sin dai primi anni di vita. Secondo i giudici di legittimità, “lo stato di sofferenza e di umiliazione delle vittime non deve necessariamente collegarsi a specifici comportamenti vessatori posti in essere nei confronti di un determinato soggetto passivo, ma può derivare anche da un clima generalmente instaurato all'interno di una comunità in conseguenza di atti di sopraffazione indistintamente e variamente commessi a carico delle persone sottoposte al potere dei soggetti attivi, i quali ne siano tutti consapevoli, a prescindere dall'entità numerica degli atti vessatori e dalla loro riferibilità ad uno qualsiasi dei soggetti passivi”.