17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

ENRON: dal 23 febbraio al Teatro Due di Parma

  • ENRON: dal 23 febbraio al Teatro Due di Parma
Debutta oggi al Teatro Due di Parma un testo contemporaneo mai rappresentato in Italia, che vede di nuovo riuniti sulla scena l?Ensemble Attori di Teatro Due e i performer di Balletto Civile, in un vasto progetto scenico che

Debutta oggi al Teatro Due di Parma un testo contemporaneo mai rappresentato in Italia, che vede di nuovo riuniti sulla scena l’Ensemble Attori di Teatro Due e i performer di Balletto Civile, in un vasto progetto scenico che incrocia teatro, musica e danza: dopo Non si uccidono così anche i cavalli?, torna in scena, in prima nazionale, un dramma di successo e stretta attualità internazionale, con la scrittura fisica di Michela Lucenti e la direzione di Leo Muscato, già regista dell’acclamato Tutto su mia madre, che nelle scorse stagioni ha conquistato i pubblici di tutta Italia. Il testo, composto dall’inglese Lucy Prebble, ha debuttato al Chichester Theatre Festival nel 2009 ed è stato poi rappresentato al Royal Court Theatre, al Noël Coward Theatre di Londra, e nei maggiori teatri europei, per poi sbarcare oltre oceano, a Broadway. Lucy Prebble, scrittrice di successo e autrice della serie tv Diario segreto di una squillo per bene, amante degli scandali e degli intrighi, ha qui ricomposto, in quattro anni di ricerche, il complesso puzzle dell'ascesa e del tracollo del colosso dell'energia texano Enron, protagonista nel 2001 della più grande bancarotta della storia degli Stati Uniti.
La truffa, capitanata dal presidente Kennet Lee Lay e dall'amministratore delegato Jeffrey Skilling, fu un terremoto finanziario che travolse circa ventinovemila dipendenti della società e milioni di piccoli risparmiatori. Diventato il volto e il simbolo dell’avidità capitalista, dell’euforia finanziaria, di un sistema dopato e corrotto, il caso Enron viene indagato in scena attraverso la voce e i volti dei suoi protagonisti, scavando nella psicologia e nelle dinamiche della 'corporate culture' che sottese le loro azioni.
La musica sarà il linguaggio con cui tradurre al meglio il senso di euforica perdita di controllo che ha caratterizzato la fase di espansione e di crescita delle aziende in quel periodo. Fonte: teatrodue.org

Articoli Correlati