17 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

ANTICIPAZIONI TRAMA CENTOVETRINE, VENERDI' 22 FEBBRAIO 2013

  • ANTICIPAZIONI TRAMA CENTOVETRINE, VENERDI' 22 FEBBRAIO 2013
RIASSUNTO TRAMA IERI, 21 FEBBRAIO 2013 - E? il momento della premiazione della vincitrice del premio giornalistico. L?editore incaricato, cio? Sebastian, come da prassi pronuncia alcune parole prima della consegna della targa, ma

RIASSUNTO TRAMA IERI, 21 FEBBRAIO 2013 - E’ il momento della premiazione della vincitrice del premio giornalistico.
L’editore incaricato, cioè Sebastian, come da prassi pronuncia alcune parole prima della consegna della targa, ma più che una premessa sembra una dichiarazione dedicata a Margot.
Infatti, sue testuali parole: “Forte, determinata, che sa quello che vuole e sa anche come ottenerlo.
Tagliente e spregiudicata come il suo stile, stile asciutto ed anche avvolgente che ti seduce fino all’ultima parola”.
Beh, se questa non è una dichiarazione… La giornalista, dopo aver fissato la madre, dedica il premio a colei che l’ha sempre sostenuta, e con somma delusione di Daniela Margot pronuncia il nome di Laura.
L’ex moglie di Thomas ammette che non avrebbe mai dovuto recarsi in quel luogo, per lei la frase della figlia è uno schiaffo morale che la fa soffrire, e cioè “… una madre che non ho mai avuta”. Certo non si aspettava che la figlia le buttasse le braccia al collo, ma nemmeno l’acredine nella sua voce quando le rinfaccia di averle rovinato il giorno più bello della sua vita.
“Non mollare”, le suggerisce Thomas: anche lui, all’inizio, ha sudato le proverbiali sette camicie per farsi accettare. Castelli vede Margot piangere e si preoccupa; ciò non toglie che l’accusi di essere una ipocrita sentendosi poi rinfacciare di essere solo un capo che si è portato a letto la sua sottoposta, che ora però ignora.
Daniela, che stava per entrare in ufficio per parlare alla figlia, ascolta tutto, sgomenta. La direttrice ha tolto l’ora d’aria a Ettore per proteggerlo.
Se avesse denunciato Corradi, lei potrebbe agire contro il boss e Ferri sarebbe in grado di trascorrere la sua detenzione come auspica, cioè in solitudine.
Pertanto, se dovesse continuare con la sua omertà, sarà costretta a trasferirlo all’altro capo del Paese. Pure Ivan interviene per smuovere l’apatia nella quale si crogiola Ettore, ricordandogli che ha abbandonato sia i figli che l’azienda, la quale ora è in mano a Sebastian, cosa impensabile poco tempo prima.
Il carcerato è ostinato e non vuole più essere cercato. Zanasi si è svegliato e Valerio ordina a Damiano di andare ad interrogarlo.
La reazione di Bauer prende alla sprovvista il pacifico commissario; l’ispettore si rifiuta di andare a interrogare “quel delinquente” e abbandona l’ufficio sbattendo la porta. La mediazione di Cecilia costringe Damiano a scusarsi con Bettini: ha passato il limite e rischia di essere cacciato dalla Polizia. Bauer porge le sue scuse giustificando il proprio comportamento con problemi esistenti fra lui e la moglie.
C’è però un imprevisto; è stato Valerio a interrogare Zanasi, il quale ha confessato di essere stato aggredito proprio da Bauer.
Ora è lui ad essere incriminato.
RIASSUNTO TRAMA OGGI, 22 FEBBRAIO 2013 - Ettore si rifiuta di confidarsi con Ivan, ma il Bettini non si arrende e decide di aiutare Oriana a proteggere l'incolumità del tycoon.
Intanto Ascanio sparisce durante il suo primo giorno di lavoro come magazziniere, facendo infuriare Jacopo e preoccupare Diana.
Cecilia confessa a Thomas di aver fornito un alibi falso a Damiano: lui reagisce malissimo...

Articoli Correlati