22 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

MANCANO I SOLDI PER IL GASOLIO: autobus fermi a Napoli

Sono rimasti fermi ieri a Napoli gli autobus del trasporto pubblico. Motivo: mancanza di gasolio. Quasi tutti i mezzi dell?Anm-Azienda Napoletana Mobilit? infatti?non sono usciti dai depositi perch? la societ? non ? pi? in

Sono rimasti fermi ieri a Napoli gli autobus del trasporto pubblico.
Motivo: mancanza di gasolio.
Quasi tutti i mezzi dell’Anm-Azienda Napoletana Mobilità infatti non sono usciti dai depositi perché la società non è più in grado di garantire l’acquisto di carburante. L'Anm spiega il motivo del blocco e precisa come 'dei 600 autobus che circolavano fino a pochi anni fa (2009) oggi ne circolano meno di 350 perché - sottolinea - tra tagli governativi e regionali, i contributi che ANM riceve per pagare stipendi, contributi, fare manutenzione di mezzi ed impianti, pagare le assicurazioni, comprare il gasolio etc, si sono ridotti del 40%'. 'Con questi tagli - dichiara Anm dal proprio sito - è ovvio che non è più possibile fare le cose che si facevano prima' perciò l’Azienda non è in grado di 'assicurare più mezzi, manutenerli etc'.
'Non si tratta di mancanza di volontà o capacità - puntualizza - è questione di possibilità’'.
Il fornitore di gasolio pretende infatti garanzie di pagamento di almeno un acconto delle forniture. In seguito alle proteste espresse via social network da parte dell’utenza, la polemica è passata sul piano politico: situazione 'paradossale e indegna' dice Legambiente, con i cittadini 'che pagano sulla propria pelle inefficienze, incapacità, malgoverno e mancata programmazione di tutti gli enti sia quelli locali che centrali preposti a gestire la situazione.
Da ambientalisti è vero che spariamo in una rivoluzione a piedi ma non pensavamo che si arrivasse a questo punto'.
Cgil e Pd chiedono invece le dimissioni dell'assessore regionale al settore Vetrella.
'Ancora una volta la scellerata politica regionale penalizza i cittadini - dichiara Franco Tavella, segretario generale della Cgil Campania - per alcune ore oggi la città è stata nel caos ed a pagarne le conseguenze sono stati i lavoratori, i pendolari, gli studenti, i pensionati, insomma tutte quelle persone che già da tempo subiscono i disagi legati alla mancanza di una politica in grado di razionalizzare ed affrontare il nodo trasporto pubblico in Campania.
Dopo questo ennesimo disagio, chiediamo le dimissioni dell’assessore Vetrella'. 'La Giunta Caldoro continua a fare danni su un settore fondamentale come quello dei trasporti.
La crisi di queste ore della Anm, evidenzia l’incapacità dell’assessore regionale ai trasporti Sergio Vetrella di frenare una emorragia di risorse per il comparto che dura da due anni', conclude Umberto Del Basso De Caro, capogruppo Pd al Consiglio regionale della Campania. Fonte: lastampa.it

Articoli Correlati