21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Cadono le foglie, ma per colpa dello smog

  • 1|
Smog e caldo influiscono sulla caduta delle foglie Boschi italiani in pericolo. Le conseguenze del surriscaldamento del pianeta, in concomitanza con lo smog in aumento, si stanno facendo sentire anche nei nostri boschi. Lo

Smog e caldo influiscono sulla caduta delle foglie Boschi italiani in pericolo.
Le conseguenze del surriscaldamento del pianeta, in concomitanza con lo smog in aumento, si stanno facendo sentire anche nei nostri boschi.
Lo studio è promosso dal progetto di respiro europeo Life + Futmon (Further development and implementation of an Eu-level forest monitoring system), finanziato dalla commissione UE con 35 milioni di euro. Secondo quanto dichiarato, oltre il 30% delle foglie in più cadono durante i mesi autunnali e invernali, mentre i colori stessi degli alberi sbiadiscono del 10% in più. Cause del danneggiamento sono buco dell'ozono, smog, pulviscolo dell'aria e temperature sopra la media. E anche se negli ultimi due anni non c'è stato un peggioramento, anzi le conifere mostrano un sostanziale miglioramento rispetto alle latifoglie (querce e castagni gli alberi piu' danneggiati), tutti gli alberi sono colpiti da ossidi di azoto e ozono: i primi, derivanti dalla combustione dei motori a scoppio e dalle attività industriali, ricadono al suolo con le precipitazioni modificando le caratteristiche del terreno e rendendolo spesso più acido; l'ozono invece diventa nocivo, insieme al pulviscolo atmosferico, durante le calde giornate estive, provocando notevoli danni e colpendo le specie più sensibili.

Articoli Correlati