21 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

FRANA SULLA VIA DELL'AMORE: quattro turiste ferite

  • 3|
Sono quattro le sfortunate turiste australiane coinvolte nella frana che ha interessato il sentiero dell'amore tra Riomaggiore e Manarola, nelle Cinque terre. E' quanto riportano i vigili del fuoco, secondo i quali le donne

Sono quattro le sfortunate turiste australiane coinvolte nella frana che ha interessato il sentiero dell'amore tra Riomaggiore e Manarola, nelle Cinque terre.
E' quanto riportano i vigili del fuoco, secondo i quali le donne sono state travolte da circa tre metri cubi di materiale che si è staccato dalla parete proprio sopra il sentiero. Due delle turiste ferite riportano semplici escoriazioni, mentre le altre due australiane presentano traumi più gravi.
Una di loro è stata trascinata dalla frana verso il mare, poi recuperata dai Saf dei vigili del fuoco con l'elicottero. La donna ha riportato un trauma cranico e toracico ed è stata trasportata all'ospedale San Martino di Genova.
La donna che ha presentato fratture agli arti inferiori è stata invece accompagnata all'ospedale Sant'Andrea della Spezia.
La causa della frana, spiegano i carabinieri, al momento non è chiara: quando è avvenuto l'incidente il cielo era coperto ma non pioveva, solo nella notte qualche lieve piovasco.
La frana si è verificata poco prima della galleria scavata nella roccia dalla parte di Riomaggiore. Il crollo si è verificato in un orario 'di punta' per la suggestiva località: numerosissimi turisti e residenti infatti, usano percorrere, per diletto o per lavoro, la famosa Via dell'Amore per spostarsi da Riomaggiore a Manarola, distanti a piedi pochi minuti. La Via dell'Amore è stata chiusa e ci vorranno parecchi giorni per far si che verifiche e consolidamenti siano completati.
Sembra che le rocce precipitate si siano distaccate dalla parte più alta della collina, una zona libera dalla 'fasciatura' della rete metallica di protezione che 'ingabbia' il costone più a valle, proprio per evitare incidenti come questo. Fonte: repubblica.it

Articoli Correlati