22 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

TEATRO: Vincenzo Olivieri fa assistere gratis al suo spettacolo chi ha debiti con il fisco

  • TEATRO: Vincenzo Olivieri fa assistere gratis al suo spettacolo chi ha debiti con il fisco
Vincenzo Olivieri, cabarettista abruzzese, ha deciso di offrire un ingresso gratis per il suo spettacolo L?Equitalia s?? desta! a 100 persone che hanno un contenzioso aperto con l'erario. Bastava presentarsi marted? 14

Vincenzo Olivieri, cabarettista abruzzese, ha deciso di offrire un ingresso gratis per il suo spettacolo L’Equitalia s’è desta! a 100 persone che hanno un contenzioso aperto con l'erario.
Bastava presentarsi martedì 14 agosto presso il Teatro Gabriele D’Annunzio di Pescara, con in mano una cartella emessa da Equitalia, la società di riscossione dei tributi e contributi, che dimostrasse un debito per un valore superiore ai 5 mila euro. ‘Ho voluto sdrammatizzare l’arrivo di una cartella esattoriale, renderla 'quasi simpatica'’, precisa Olivieri secondo il quale, in tempi di revisione della spesa pubblica, lo show può essere definito una sorta di ‘condivisione del debito’, ‘una serata terapeutica’.
Insomma, avere debiti con l’erario non è più un tabù. Il comico rilancia e propone anche l’ingresso previo baratto: ‘Chi non può pagare in contanti l'importo del biglietto (che per quelli senza cartella esattoriale resta di 10 euro, ndr) potrà concordare preventivamente anche un'offerta in beni materiali come sigarette, prosciutto, galline ma anche un soggiorno in albergo o altri servizi’.
‘Un idraulico ha offerto lo scambio di un rubinetto nuovo in cambio di un biglietto’, rivela il comico ‘ma abbiamo anche barattato un quantitativo di prodotti tipici abruzzesi con un numero equivalente di biglietti validi per lo spettacolo’. Durante lo spettacolo inoltre, i 100 che avranno usufruito del biglietto gratuito verranno chiamati pubblicamente a mostrare la cartella esattoriale.
‘Abbiamo riservato per loro dei posti’, ha annunciato il conduttore dello spettacolo, ‘e a un certo punto verranno invitati ad alzarsi’.
Forse un po’ troppo, tanto che i più maliziosi potrebbero insinuare che si tratti di una bella trovata per promuovere lo spettacolo più che di che un gesto di reale ‘condivisione’.
Ai posteri l’ardua sentenza. Fonte: lettera43.it

Articoli Correlati