21 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

TEATRO: Inganno d’amore, direttore ‘Stabile di Trieste’ cita ex compagna

  • TEATRO: Inganno d’amore, direttore ‘Stabile di Trieste’ cita ex compagna
Antonio Calenda, direttore del Teatro stabile di Trieste, ha intentato una causa contro la sua ex compagna, la ballerina americana Natasha Diamond Walker, presso la Corte Suprema di Manhattan, nel tentativo di avere indietro i

Antonio Calenda, direttore del Teatro stabile di Trieste, ha intentato una causa contro la sua ex compagna, la ballerina americana Natasha Diamond Walker, presso la Corte Suprema di Manhattan, nel tentativo di avere indietro i soldi spesi per comprarle un appartamento e ottenere anche una grossa somma a titolo di risarcimento danni. Stando a quello che racconta il Daily News, la vicenda è iniziata circa un anno fa, periodo in cui settantatreenne Calenda e la ventisettenne Diamond Walker, allora danzatrice delle compagnia Martha Graham, si sono conosciuti in Italia durante le prove dello spettacolo "Cercando Picasso".
Puntuale è sbocciato l’amore, dando il via ad una relazione durante la quale, secondo gli avvocati di Calenda, la donna avrebbe manipolato il suo compagno fino a ottenere i soldi necessari per l'acquisto dell'appartamento nell'Upper West Side di Manhattan. Allo stesso modo in cui è cominciato, l’amore è puntualmente finito, ma la questione dell’appartamento è rimasta: la donna avrebbe ripetutamente affermato di considerarlo un regalo, alla stregua di tutti gli altri ricevuti da Calenda nel corso dei mesi. Al contrario, gli avvocati di Calenda sostengono che il loro cliente avesse chiarito fin dal principio che i soldi erano solo un prestito, sia pure senza interessi, ottenendo un accordo scritto in questo senso.
C’è però un piccolo problema per Calenda, che ora chiede un risarcimento di un milione di dollari oltre alla restituzione con gli interessi dell'intero prestito: il documento firmato da lui e dalla sua ex amante non prevede alcuna restituzione fino al 2018, quando il pagamento della casa sarà completato. Aspetta e spera, viene da dire.
Staremo a vedere chi la spunterà. Fonte: ilmondo.it

Articoli Correlati