24 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: non si paga il bollo in caso di fermo amministrativo del veicolo

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ormai ? ufficiale: in caso di veicolo sottoposto a fermo amministrativo si ? esonerati dal pagamento della tassa automobilistica dal momento dell?annotazione al PRA del fermo

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Ormai è ufficiale: in caso di veicolo sottoposto a fermo amministrativo si è esonerati dal pagamento della tassa automobilistica dal momento dell’annotazione al PRA del fermo stesso. Quindi, qualsiasi richiesta da parte della Regione attraverso l’invio dell’avviso di accertamento risulta illegittima e pertanto suscettibile di impugnazione. L’importante è, comunque, impugnare tempestivamente l’avviso di accertamento poiché il termine di impugnazione davanti dalla Commissione Tributaria Provinciale competente è di 60 giorni. Decorso tale termine, in mancanza di una formale impugnazione, l’atto diviene definitivo e, in caso di mancato pagamento, molto probabilmente si trasformerà in una cartella esattoriale. Cosa fare dunque? Innanzitutto rivolgersi immediatamente presso la sede della Regione che ha emesso l’avviso di accertamento agli sportelli dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico e consegnare il certificato di proprietà del veicolo o del motoveicolo dal quale si evince la data di annotazione del fermo. In molti casila Regione effettua subito una richiesta di annullamento dell’avviso di accertamento. Se così non fosse, spedire con celerità istanza in autotutela alla sede della Regione, a mezzo raccomandata a.r., con la quale vengono spiegate le ragioni per cui l’atto dovrebbe essere annullato e con la quale vengono allegati tutti i documenti a sostegno della richiesta. La Regionedovrebbe quindi provvedere all’annullamento dell’avviso di accertamento. Nel caso in cui stia scadendo il termine di 60 giorni e l’Amministrazione non abbia ancora annullato l’atto, si consiglia di proporre ricorso alla Commissione Tributaria Provinciale competente mediante l’ausilio di un professionista. La Commissionein questi casi di solito annulla sempre l’avviso di accertamento e condannala Reegionealle spese legali. Importante: la proposizione del ricorso non interrompe gli effetti dell’avviso di accertamento; questo verrà comunque iscritto a ruolo e potrebbe essere notificata la cartella di pagamento per il tributo. In questo caso occorre impugnare anche la cartella di pagamento.

Articoli Correlati