19 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

BOMBA BRINDISI: il killer confessa ma il movente non convince

  • BOMBA BRINDISI: il killer confessa ma il movente non convince
Il killer di Brindisi confessa ma il movente ancora non convince - Ore di interrogatorio, risposte confuse e poi la confessione: il killer di Brindisi dovrebbe finalmente avere un volto, quello di?Giovanni

Il killer di Brindisi confessa ma il movente ancora non convince - Ore di interrogatorio, risposte confuse e poi la confessione: il killer di Brindisi dovrebbe finalmente avere un volto, quello di Giovanni Vantaggiato, imprenditore di Copertino (Le) che possiede una rivendita di combustibili agricoli e gas. A far discutere però è ancora il movente, quello che da sempre è sembrato oscuro e che purtroppo tale rimane ancora oggi, nonostante una confessione che ha fatto passare a Vantaggiato la sua prima notte in carcere.
L'uomo avrebbe infatti sostenuto che il suo voleva essere un gesto di protesta all'indirizzo però non della scuola Morvillo Falcone ma contro il Tribunale di Brindisi, situato alle spalle dell'istituto e con il quale l'uomo aveva evidentemente un contenzioso che qualcuno fa risalire ad una truffa da 300mila euro. Sperando di essere finalmente giunti alla verità, ciò che si può dire con certezza è che le indagini sono ad una svolta, giunta paradossalmente attraverso metodi d'indagine classici in un'epoca in cui sempre più ci si affida alle novità tecnologiche e scientifiche: decisivo è stato infatti non solo l'oramai famoso filmato dell'edicola, in cui si vede un uomo camminare avanti indietro e poi premere un telecomando pochi secondi prima dell'esplosione, ma anche alcune riprese che immortalano una vettura appartenente all'uomo passare più volte davanti la scuola alle prime ore del mattino. Che Melissa e gli altri studenti possano finalmente avere giustizia?

Articoli Correlati